uep_logo
Strada delle Scotte, 6 53100 Siena
tel 0577 233228
info@insostanza.it

Sei in:

Allerta anche in Italia per il purple drank.

Ci è giunta dal Sistema Nazionale di Allerta Precoce una informativa del sequestro in Italia di uno sciroppo contenente CODEINA, utilizzato per ottenere una bevanda con effetti psicoattivi denominata “Purple-Drank”

Di questa miscela abbiamo già pubblicato qualche anno fa, per cui riproponiamo la notizia, data la preoccupazione attuale suscitata.

__________________________________________________________

Il contenuto di quanto riportato nell’argomento è completamente acquisito dalle fonti bibliografiche.
dott. giuseppe montefrancesco

Negli ultimi anni una miscela formata da codeina (sciroppo per la tosse) + prometazina (antistaminico) e alcol e /o una bevanda lievemente alcolica o analcolica ha guadagnato l’attenzione dei media come una droga associata soprattutto a sportivi/atleti professionisti e alla musica rap del sud. Le ricerche sinora avevano rivolto attenzione, su questo nuovo tipo di “bevanda”, principalmente verso personaggi afro-americani residenti a Houston, nel Texas; alcuni di loro – giocatori di football americano – sono stati arrestati
Questo è invece il primo studio sull’uso di questa mistura al di fuori di questa zona che ha interessato una popolazione di giovani adulti.

La bevanda viena detta “purple drank” ma anche “syrup,” “sizzurp,” “barre,” e “lean”.
L’associazione delle sostanze prima dette, oltre che possedere una ovvia capacità di sviluppare dipendenza (la codeina è un oppiaceo, come la morfina o l’eroina,  e la sua assunzione ripetuta  ha notevoli probabilità di indurre un tale quadro), può anche provocare overdose; alcuni famosi “rapper” sono deceduti.

La mistura a volte prevede la presenza di destrometorfano ( un farmaco anche questo sedativo della tosse che a dosi più elevate è un dissociativo) e gli effetti in questo caso sono soprattutto di tipo allucinogeno oltre che sedativi.
La ricerca ha rilevato che la bevanda viene assunta anche da altri gruppi etnici e che non è limitata ai soli neri; sono presenti tra questi maschi eterosessuali, omosessuali, bisessuali e studenti transgender provenienti da aree urbane. Molto del fenomeno d’uso viene correlato alla cultura hip-hop e alla mentalità “muscolare”, virile dell’ambiente del football, o a gruppi sessualmente diversi.

Molti degli individui in studio riferivano dell’uso di altre droghe come ecstasy, cannabinoidi sintetici, eroina e cocaina.

Short Communication
Purple drank prevalence and characteristics of misusers of codeine cough syrup mixtures
Laura E. Agnich a,⁎, John M. Stogner b, Bryan Lee Miller a, Catherine D. Marcum c Short Communication
Addictive Behaviors 38 (2013) 2445–2449
Il contenuto di quanto riportato nell’argomento è completamente acquisito dalle fonti bibliografiche.
dott. giuseppe montefrancesco

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

 

 

LE CREAZIONI DI INSOSTANZA