uep_logo
Strada delle Scotte, 6 53100 Siena
tel 0577 233228
info@insostanza.it

Sei in: InSostanza > InFormati > Nuove Droghe

Nuove Droghe

COSA SONO LE NUOVE DROGHE? (NEW DRUGS)

Nell’ultimo decennio sono drammaticamente aumentate la produzione e la vendita di nuove sostanze d’abuso, le cosiddette nuove droghe (new drugs o legalhighs). Rientrano nella categoria sostanze non tradizionali, emergenti e principalmente basate sulla vendita attraverso internet.
Una frase premonitrice di un ricercatore indica esattamente quello che accade “Just a click away”  Wax PM (2002). Va anche aggiunto che la criminalità fa “buon uso” del web in un mercato dove molti clienti sono sperimentatori.
A complicare il problema è la mancanza di una restrizione legislativa concomitante con la divulgazione della sostanza, ovvero il fatto che sia le singole sostanze sia i precursori non rientrano nelle relative tabelle di divieto o limitazione distributiva, restando per molto tempo in circolazione con, spesso, effetti molto gravi sulla salute dei consumatori. A volte passano 2-3 anni prima che il riscontro dei loro eventuali effetti tossici induca un loro controllo. Per questo si chiamano anche legalhighs, ossia sostanze che danno uno sballo legalmente; in genere costano poco.

Le nuove droghe si possono dividere i 2 grandi gruppi:

A) prodotti provenienti da piante

  • il Kava –Kava (Piper methysticum) è la pianta da cui si ottiene una bevanda sacra tipica dei mari del Sud (nelle isole del Sud Pacifico) usata per centinaia di anni per scopi rituali, cerimoniali. La bevanda si prepara prima masticando a lungo le radici della pianta e poi il succo ottenuto viene versato in acqua calda. Esso ha effetti ansiogeni e rilassanti (può anche causare danni epatici) per l’azione di due principi attivi, la diidrokavaina e la mesticina;
  • Khat
  • Kratom
  • Salvia divinorum
  • Argyreia nervosa (Hawaiian baby woodrose) è un rampicante perenne. I suoi semi contengono il principio attivo amide dell’acido lisergico (LSA) – anche conosciuto come d-lysargamide), una sostanza molto prossima all’LSD ma con moderati effetti allucinogeni.

B) prodotti di sintesi

  • cannabinoidi sintetici (effetti tipo marijuana ma più forti)
  • catinoni sintetici (stimolanti tipo amfetamine, i cosiddetti “sali da bagno”, es. il mefedrone)
  • methoxetamine (allucinogeno, è un metabolita derivato dalla ketamina)
  • piperazine derivati (antielmintici con effetti tipo amfetaminico).

L’Osservatorio Nazionale del Dipartimento Politiche Antidroga ha creato dal 2008 il Sistema Nazionale di Allerta Precoce e Risposta Rapida per le Droghe teso a recuperare tutte le informazioni più aggiornate sulle nuove sostanze d’abuso. Il report 2012 dichiara l’aggiornamento degli elenchi per 36 cannabinoidi sintetici, 30 catinoni sintetici e 23 fenetilamine.

Una possibile classificazione di questi prodotti di sintesi:
– catinoni che hanno proprietà amfetaminiche come il pirovalerone, il metilenediossipirovalerone (MPDV) e il mefedrone.
– altri sono simili all’ecstasy, come le piperazine, le beta-keto-amfetamine, le amfetamine 4-sostitute i pirrolidinfenoni
– altri sono potenti allucinogeni come le amfetamine con sostituzione in 2-5 e le fenitilamine, come i 2C e le FLY
– infine vanno considerati anche i cannabinoidi sintetici presenti nei noti “herbalspice”.

EFFETTI DELLE NUOVE DROGHE

LEGGE

In Italia sono ritenute illecite, secondo il D. Pres. Rep. 309/1990 (in continuo aggiornamento), attività di produzionevendita e detenzione di sostanze psicoattive, fuori da specifiche autorizzazioni relative al campo medico e terapeutico. Qualsiasi attività al di fuori da tali deroghe é punita con la reclusione da sei a venti anni e con multe da un minimo di 26.000 euro ad un massimo di 260.000 euro.

I quantitativi minimi – ritenuti quindi per uso personale e in conseguenza non illeciti – di sostanze psicoattive elencate nella tabella apposita pubblicata dal Ministero della Salute e rinnovata annualmente. Nel caso delle vendita resta salva anche l’aggravante dell’associazione finalizzata al traffico di stupefacenti (art. 74 del Decreto) in presenza di ripetuta attività di tale natura coinvolgente tre o più persone.

 

VORREI APPROFONDIRE

 

SalviaDivinorum
Review sulla Salvia Divinorum
Khat
Review sul Khat
Cannabinoidi sintetici
Review sui Cannabinoidi Sintetici
Kratom
Review sul Kratom
La metossietamina
Review sulla metossietamina (MXE)
Dipendenza patologica e funzioni cognitive
Traduzione di Addiction and Cognition, Addiction Scienze and Clinical Practice, NIDA, 4 dicembre 2010
Overdose
Approfondimento realizzato dal Centro Studi sulle Dipendenze Patologiche (Università degli Studi di Siena), 2011

 

LE CREAZIONI DI INSOSTANZA