uep_logo
Strada delle Scotte, 6 53100 Siena
tel 0577 233228
info@insostanza.it

Sei in:

Le sigarette al mentolo; sembravano innocenti !

Il mentolo aumenta gli effetti della nicotina                                         29 ottobre 2017

Il mentolo è uno dei composti della menta piperita. Ha un tipico odore ed è irritante.
Secondo una direttiva europea sul tabacco è vietata l’utilizzazione di sigarette e tabacco cui siano stati aggiunti aromi, tra cui il mentolo.
Spesso si “sentiva dire” che le sigarette al mentolo facevano più male ma certamente era difficile comprendere se le ragioni erano legate ad effetti broncopolmonari o ad altro.
Uno studio pubblicato sul Journal of Psychopharmacology e supportato da NIDA (National Institute on Drug Abuse ) dimostra che il danno è legato al problema della dipendenza ovvero l’aggiunta di mentolo è in grado di aumentare la “comunicazione” tra due aree cerebrali implicate entrambe nell’azione della nicotina.
Per una, si tratta di un’area cerebrale deputata alla ricompensa, al piacere ricavato da una funzione/azione (motivo per cui fumiamo) mentre l’altra zona è implicata nella memoria che appunta ci consente di ricordare la piacevolezza di quanto fatto.

Le sigarette mentolate rappresentano circa un quarto di quelle presenti nel mercato americano e si rivolgono in particolare agli adolescenti.
Il mentolo conferisce alle sigarette un gusto di menta e maschera la sensazione di bruciore del fumo perchè stimola, nel naso e nella bocca, i recettori del freddo. Lo studio invece dà prova che il mentolo rende le sigarette più potenti nell’indurre dipendenza.
Nello studio, i ricercatori hanno iniettato in ratti mentolo e nicotina in concentrazioni approssimative uguali a quelle assorbite dai fumatori di questo tipo di sigarette . Gli animali adolescenti che avevano ricevuto entrambi ile sostanze chimiche mostravano una maggiore stimolazione locomotoria – vale a dire che si muovevano e si spostavano maggiormente nelle loro gabbie dopo la somministrazione – rispetto a quelli cui era stata iniettata la sola nicotina o il solo mentolo.
Questo suggeriva che il mentolo potenziava i cambiamenti indotti dalla nicotina nel sistema di ricompensa del giovane cervello dell’animale, contribuendo ad un rapido sviluppo di comportamenti di dipendenza
Utilizzando l’imaging del cervello, i ricercatori hanno inoltre scoperto che l’esposizione ad entrambe le sostanze, rispetto alla sola nicotina, rafforzava la connessione funzionale tra le due regioni del cervello prima dette; in sostanza la connessione tra piacere e memoria. Quindi una perfetta sinergia.
Ciò spiega anche perchè i fumatori di sigarette al mentolo mostrano una maggiore dipendenza alla nicotina e hanno maggiori difficoltà a smettere di fumare.
g. montefrancesco
Fonte NIDA
Matthew F Thompson et al., Menthol enhances nicotine-induced locomotor sensitization and in vivo functional connectivity in adolescence. Journal of Psychopharmacology, July 26, 2017

 

tags: #adolescenti sigarette #mentolo

Due parole sull'autore

Giuseppe Montefrancesco

Dal 2004 è Direttore Scientifico del “Centro Studi sulle Dipendenze Patologiche” (Ce.S.Di.P.) presso il Dipartimento di Farmacologia “G. Segre”. Dal 2011 è Responsabile della Unità Operativa “Prevenzione Dipendenze Patologiche” della Azienda USL 7 di Siena.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

 

 

LE CREAZIONI DI INSOSTANZA