uep_logo
Strada delle Scotte, 6 53100 Siena
tel 0577 233228
info@insostanza.it

Sei in:

Attenti a ketamina e PCP

La cosiddetta molecola endogena della schizofrenia, secondo alcuni scienziati giapponesi, avrebbe lo stesso meccanismo da��azione degli allucinogeni, PCP, Ketamina ed LSD. Dal 1960, gli psichiatri sono stati a caccia di sostanze prodotte dall’organismo che accumulandosi a livelli molto elevati potrebbero produrre il quadro clinico della schizofrenia. I farmaci prima detti, ad esclusione della ketamina, non hanno utilizzo medico ma sono tutti noti per i loro effetti allucinogeni e tra queste A? la ketamina che ultimamente A? piA? diffusamente utilizzata.

Quale A? il punto di incontro tra lo studio dei giapponesi e le sostanze allucinogene dissociative (PCP e ketamina) ?

Sia la PCP, detta anche polvere degli angeli, che la ketamina sono fenciclinoidi ad azione anestetica con differente durata da��azione (la prima A? piA? prolungata rispetto alla seconda) e minimi effetti depressiviA� sulle funzioni cardiache e respiratorie; quindi sembravano ben utilizzabili. Possono perA?, e in particolare la PCP tanto che ne A? stato interrotto il suo impiego clinico, indurre uno stato di allucinazione, un comportamento molto aggressivo e un quadro psicotico che non differisce da quello osservabile nella schizofrenia; tale A? che questo farmaco puA? essere utilizzato come modello di questa malattia nella��animale. Si pensava alla��inizio che gli effetti fossero dovuti alla��azione su un recettore oppioide (il recettore delta) poi A? stata imputata soprattutto la��interazione di queste sostanze con i recettori NMDA, del glutammato a�� un importantissimo neurotrasmettitore cerebrale -, sui quali avrebbero una azione selettivamente inibente.

Nella ricerca riportata viene ipotizzata la presenza di un gene misterioso, ilA� GRIN3A, in grado di produrre i sintomi della schizofrenia; tale gene sarebbe stato rilevato nel tessuto cerebrale, postmortem, a concentrazioni molte elevate in pazienti con diagnosi di schizofrenia.

In sostanza, questo gene produrrebbe a�?elementi endogenia�? in grado di bloccare i recettori del glutammato, proprio come la PCP e la ketamina. Ea�� chiaro che la��ipotesi puA? apparire semplicistica ma puA? considerarsi un ulteriore passo avanti verso la��inquadramento patogenetico della malattia che presenta un notevole background genetico, mai sinora definito, e, secondo molti, conseguenza di anomalie funzionali del glutammato.

 

dott. Giuseppe Montefrancesco

 

Fonte

Atsushi Takata et al.,A� A Population-Specific Uncommon Variant inA�GRIN3AA�Associated with Schizophreniaa�? Biological Psychiatry, Volume 73, Issue 6 (March 15, 2013).

 

tags: #ketamina #LSD #PCP #schizofrenia

I commenti sono chiusi.

 

LE CREAZIONI DI INSOSTANZA