uep_logo
Strada delle Scotte, 6 53100 Siena
tel 0577 233228
info@insostanza.it

Sei in:

Cannabis e THC.

La potenza della cannabis A? correlata ad una assunzione piA? elevata di THC.
Una nuova ricerca dall’Olanda dimostra che le persone che fumano cannabis ad elevata potenza ovviamente finiscono per ottenere quantitA� piA? elevate del suo principio attivo il THC, la��unico ad azione psicotropa tra gli oltre 60 cannabinoidi presenti nella cannabis (A? semplicemente per la��azione centrale del THC che si fuma la cannabis).
Sebbene i forti fumatori tentino di ridurne la��introduzione nella��organismo aspirando meno fumo, nella��idea di compensare cosA� la maggiore potenza, essi comunque assumono piA? THC di quanto non ne venga assunto da chi fuma cannabis di bassa potenza.
Ea�� oramai idea comune che la cannabis ad elevata potenza A�comporti un maggior rischio di effetti indesiderati, come la dipendenza, ma A? anche sostenuto che i fumatori di cannabis forte adattano la��assunzione del THC per compensare la potenza, inalando meno fumo o rollando spinelli piA? deboli, piA? corti o con meno marijuana. (Ea�� lo stesso atteggiamento rispetto alle sigarette leggere che si pensa facciano meno male, ndr).
Addirittura A? stato anche sostenuto che fumare un super spinello A? piA? sano perchA� in questo modo i consumatori ottengono i loro effetti desiderati inspirando meno fumo o meno volte. (Ea�� lo stesso atteggiamento rispetto alle sigarette forti che si pensa se ne fumino di meno. La tolleranza domina il fenomeno e dopo un poa�� quanto considerato a�?fortea�? diventa normale se non debolea��ndr)

Ricordiamo che attualmente nella marijuana vi puA? essere una concentrazione di THC che puA? giungere anche al 30%. Molti degli effetti collaterali sono dovuti proprio a questo ndr.

I ricercatori olandesi in questo studio hanno osservato 98 esperti fumatori di cannabis nel momento in cui rollano le loro sigarette, preparano gli spinelli e fumano questi a�?campionia�? di cannabis di differenti concentrazioni.
Coloro che avevano preparato spinelli molto potenti usavano inalare piccoli volumi di fumo presumibilmente nel tentativo di dosarsi la quantitA� di THC assunto. Ma questa modalitA� otteneva risultati parziali giacchA� compensava sola la metA� della potenza del THC.
Quindi, anche se i fumatori di cannabis forte modificano il loro comportamento aspirando meno fumo per compensare la potenza piA? elevata, in realtA� non ne alterano la potenza in modo non sufficiente.
Ea�� un atteggiamento prudenziale ma non risolve completamente il problema della maggiore forza degli attuali spinelli.

Van der Pol P et al., Cross-sectional and prospective relation of cannabis potency, dosing and smoking behaviour with cannabis dependence: an ecological study. Addiction, 109: doi: 10.1111/add.12508

montefrancesco

 

tags: #cannabis #marijuana #thc

I commenti sono chiusi.

 

LE CREAZIONI DI INSOSTANZA