uep_logo
Strada delle Scotte, 6 53100 Siena
tel 0577 233228
info@insostanza.it

Sei in:

Nuovi farmaci con il recettore kappa degli oppioidi

Una nuova ricerca finanziata dal National Institute on Drug Abuse (NIDA) fornisce il disegno della struttura cristallina del recettore oppioide kappaA�(KOR).
Tale innovazione potrebbe facilitare lo sviluppo di nuovi farmaci per trattare il dolore e la dipendenza.
Il recettore kappa del sistema oppioide endogeno media le attivitA� allucinogene, disforiche e analgesiche di queste sostanze. La progettazione di analgesici in grado di attivare i recettori K ma privi di effetti allucinatori e disforici A? stata ostacolata da una incompleta comprensione strutturale e funzionale delle azioni di questi recettori kappa.
Lo studio riportato fornisce al contrario il disegno della struttura cristallina di questo recettore umano a�?assemblatoa�? con il potente agonista oppioide a�� epoxymorphinan, MP1104- ed uno stabilizzante allo stato attivo.
Il recettore K A? attivato normalmente da una delle molecole oppioidi naturali del corpo, chiamata dinorfina (i peptidi oppioidi endogeni sono: la beta endorfina, la encefalina, le dinorfine e la��orfanina). Quando ciA? accade per azione di sostanze agoniste, il recettore produce analgesia ed assieme puA? sopprimere gli effetti gratificanti di droghe che creano dipendenza e riduce la motivazione a usarle. Contemporaneamente perA? contribuisce anche alle risposte disforiche che si verificano nella fase di astinenza e di stress che purtroppo motivano il comportamento di ricerca della sostanza e quindi di tutte le fase di uno stato di dipendenza.
Ea�� chiaro che adesso i ricercatori possono utilizzare la struttura del recettore per osservare quanto accade quando si lega con la dinorfina (suo agonista naturale) o con altre molecole; ovviamente si possono progettare nuovi farmaci che preservano l’efficacia analgesica della dinorfina (evitando gli effetti a�?collateralia�?) e forse anche intervenire nel trattamento di stati di dipendenza. Come dire che la dinorfina ha azioni che si ostacolano, si contrastano a vicenda; da un parte impedisce lo sviluppo di dipendenza, dalla��altra pare favorirne il mantenimento.
Montefrancesco
Fonte
– NIDA
– “Structure of a nanobody-stabilized active state of the kappa opioid receptor, Cell.
http://dx.doi.org/10.1016/j.cell.2017.12.011

Due parole sull'autore

Giuseppe Montefrancesco

Dal 2004 è Direttore Scientifico del “Centro Studi sulle Dipendenze Patologiche” (Ce.S.Di.P.) presso il Dipartimento di Farmacologia “G. Segre”. Dal 2011 è Responsabile della Unità Operativa “Prevenzione Dipendenze Patologiche” della Azienda USL 7 di Siena.

I commenti sono chiusi.

 

European Drug Report 2018: Trends and Developments.

High availability of drugs across all types. Over 1 million seizures in Europe in 2016. Over 92 million adults in the EU have tried an illicit drug in their lifetime. 1.3 million people received treatment for illicit drugs. Cocaine purity at street level reached its highest level in a decade. Increase in number of cocaine seizures. Increase in cocaine residues in wastewater in 26 of 31 cities between 2015 and 2017. Rise in number of first-time admissions to specialised treatment for problems related to cocaine. Europe is an important market for drugs trafficked in from other regions. But there are worrying signs of increased drug production inside Europe. Cannabis availability and use remain high. Cannabis is involved in 77 % of drug law offences. Rapid emergence of a commercial cannabis market in parts of the Americas. Fewer new psychoactive substances reported for the first time. But there is more evidence of harm. Health harms linked to highly potent new synthetic cannabinoids and synthetic opioids prompted nine risk assessments. Synthetic cannabinoids are the most frequently seized NPS in Europe. Synthetic opioids and particularly fentanyl derivatives are increasingly detected. Fentanyl derivatives — key players in the US opioid crisis — call for concern & vigilance. NPS use and related harms are a new challenge for prison system. Prisons are a critical setting for addressing the healthcare needs of drug users. Online markets appear to be of growing importance. A recent EMCDDA–Europol study identified more than 100 darknet markets. Concerns over unlicensed benzodiazepines sold on the street and online. Increasing number of overdose deaths raises concerns. Renewed focus on the role of take-home naloxone in overdose response strategies. Read more in the European Drug Report 2018: emcdda.europa.eu/edr2018

LE CREAZIONI DI INSOSTANZA