uep_logo
Strada delle Scotte, 6 53100 Siena
tel 0577 233228
info@insostanza.it

Sei in:

Uso di droghe e comportamento sessuale

Uso di droghe e comportamenti sessuali a rischio molto spesso vanno di pari passo e questo accade anche in pazienti in trattamento.
Secondo uno studio i cambiamenti nei comportamenti a rischio di sesso potrebbero coincidere con i cambiamenti nella gravitA� del comportamento di dipendenza verso le droghe e, a dimostrazione di quanto ipotizzato, A? stata condotta una prova clinica di riduzione del rischio di HIV impiegando sia individui maschi a mantenimento con metadone che altri senza alcun trattamento, complessivamente 359 individui.
La valutazione del loro comportamento sessuale A? stata completata nel tempo di 6 mesi utilizzando l’Addiction Severity Index (ASI), misurando quindi le variazioni del rischio sessuale e la variazione nella gravita da��uso delle sostanze
La riduzione della gravitA� di assunzione di alcol era significativamente associata ad una diminuzione del numero dei partner sessuali; al contrario se lo stato di gravitA� rispetto alla��alcol si accentuava questo si associava ad un significativo aumento di partner sessuali.
In sostanza, la��aumentare della severitA� del quadro da��uso si associa con la��avvio e il mantenimento di comportamenti sessuali con partner ad alto rischio mentre se la��uso si riduce, contemporaneamente si riduce il sesso sotto la��influenza della sostanza.

Tali risposte non hanno interessato perA? le possibili protezioni durante il rapporto sessuale. I risultati sottolineano quindi l’importanza di integrare la��interventi terapeutici verso la��uso specifico di droghe a quelli verso i comportamenti sessuali a rischio.

montefrancesco

Fonte
Howard Newville, James L. Sorensen, Mary Hatch-Maillette & Donald A. Calsyn,
Temporal Relationship of Sex Risk Behaviors and Substance Use Severity Among Men in Substance Use Treatment; The J. of Sex Research, 17 may, 2017

Due parole sull'autore

Giuseppe Montefrancesco

Dal 2004 è Direttore Scientifico del “Centro Studi sulle Dipendenze Patologiche” (Ce.S.Di.P.) presso il Dipartimento di Farmacologia “G. Segre”. Dal 2011 è Responsabile della Unità Operativa “Prevenzione Dipendenze Patologiche” della Azienda USL 7 di Siena.

I commenti sono chiusi.

 

LE CREAZIONI DI INSOSTANZA