uep_logo
Strada delle Scotte, 6 53100 Siena
tel 0577 233228
info@insostanza.it

Sei in:

Effetti ecstasy; sonnambulismo.

by U.S. Coast Guard_zEcstasy

Quanto pubblichiamo non A? una news acquisita dalla letteratura ma quanto ci A?A� stato riferito da un A�consumatore di ecstasy e data la singolaritA� la riportiamo come fosse una nuova notizia.A�CosA� acquisita dalla strada.

Un consumatore di ecstasy, che aveva fatto uso della sostanza per piA? di 1 anno quasi ogni fine settimana e assumendone piA? di una sola pasticca, ha dichiarato quanto segue e di questo ci ha chiesto spiegazioni.

Durante il periodo di consumo di MDMA (3,4-metilenmetossimetamfetamina) ed anche dopo che la��uso era sensibilmente ridotto,A�i suoi genitori si erano accorti che durante la notte, nelle prime ore del sonno, sentivano provenire piA? rumori del normale dalla sua stanza.
Incuriositi e preoccupati, avvicinatesi, notavano che durante il sonno lui era molto agitato, ripeteva gesti con le braccia, si alzava sul letto, si lamentava A�e a�?farfugliavaa�? parole incomprensibili.

Stessi gesti e stesso comportamento sembra che presentassero i suoi amici e forse questo A? stato motivo della��abbandono della��uso.Insostanza a suo giudizio lui ha sofferto di sonnambulismo per via della��ecstasy.

Possibile speigazione
Non sappiamo dire se si tratta di sonnambulismo considerato che la presenza di movimenti involontari puA? essere assolutamente comune tra gli individui; probabilmente A? stata la particolare ed inusuale qualitA� e quantitA� di tali movimenti (si alzava e sedeva sul letto, farfugliava etc..) da indurlo a definire tutto questo come sonnambulismo.

In ogni caso, la��ecsatsy (sostanza che A? congeniata in modo da essere una amfetamina ed un allucinogeno assieme), cosi come altre sostanze con separata azione A�allucinogena od eccitante (amfetamine, allucinogeni ) se assunte con frequenza e dosaggi elevati a�� o forse anche indipendentemente da queste modalitA� a�� possono modificare, alterare il normale funzionamento dei neurotrasmettitori.
In veritA� A? proprio su questi che agiscono per determinare gli effetti a�?desideratia�?.

La��ecstasy quindi puA? aver disturbato il sonno con le sue continue e forse persistenti sollecitazioni dei neurotrasmettitori; ne A? derivata una alterazione delle percezioni e delle sensazioni ( forse con allucinazioni o deliri) che si A? poi riflettuta nelle fasi del sonno.

In sostanza, permanendo la��azione eccitatoria ed allucinatoria della��ecstasy i normali comportamenti di una persona possono essere stati alterati.
Un poa�� allucinata e un pA? troppo agitata poteva fare i gesti di un sonnambulo. Forse.
Altro non so dire.
dott. montefrancesco

 

tags: #allucinogeni #amfetamine #ecstasy #Giuseppe Montefrancesco #sonnambulismo

I commenti sono chiusi.

 

LE CREAZIONI DI INSOSTANZA