News

Foto dott. Giuseppe Montefrancesco
Responsabile del sito
Dott. Giuseppe Montefrancesco
[ VAI a tutte le NEWS ]

I “tagli” delle droghe

Nel mercato illecito delle droghe non esiste una cosa come il controllo di qualità e il motivo è facilmente intuibile. Quasi sempre il venditore di strada non conosce la qualità e neanche la quantità di principio attivo presente nel prodotto che sta vendendo. Le droghe tagliate possono essere pericolose ma questi rischi sono a volte esagerati. Vi è un certo grado di mitologia urbana sulle droghe di strada tipo che siano contaminate da sostanze come veleno per topi, stricnina, polveri di mattone o quanto altro. Questo tipo di contaminazione non è comune e salvo che un rivenditore non abbia qualche conto da regolare non è nel suo interesse avere clienti che muoiono a causa di droghe deliberatamente contaminate. La maggior parte dei test tossicologici è stato fatto dalla polizia che ha solo bisogno di identificare ciò che è presente nelle droghe. Poichè la sperimentazione è un affare costoso, ai laboratori raramente vengono richieste informazioni dettagliate sulle sostanze. Le droghe sono spesso semplicemente tagliate per migliorare i margini di profitto e per ovvie ragioni tali notizie non vengono pubblicizzate. Tra l’altro le adulterazioni cambiano nel tempo in qualità e quantità. Sui termini Parole come adulterante, impurità, contaminazioni o tagli sono tutte usate interscambiabilmente per sottolineare che qualche altra sostanza viene venduta al posto della droga che volete acquistare. In linea generale si può dire che:

  • gli adulteranti sono sostanze psicoattive che vengono aggiunte per imitare l’effetto della sostanza che viene offerta ma non sono quello che il compratore si aspetta
  • i diluenti sono sostanze inerti come gli zuccheri (glucosio, lattosio, mannitolo ) che vengono aggiunte sia per aumentare il peso che per favorire il processo di diluizione per la eventuale somministrazione endovena
  • gli eccipienti sono sostanze inerti presenti soprattutto nella produzione di compresse; es. l’amido o gli agenti leganti che sono usati per tenere assieme gli ingredienti delle compresse
  • i contaminanti sono sostanze chimiche risultate delle varie fasi della produzione, lavorazione e trasporto delle droghe o possono anche presentarsi per contaminazione ambientale. I contaminanti di norma non sono aggiunti intenzionalmente ma possono essere un rischio.

Non esiste un elenco completo delle droghe di strada. Giacomo Casella