uep_logo
Strada delle Scotte, 6 53100 Siena
tel 0577 233228
info@insostanza.it

Sei in:

Il gioco d’azzardo nel corso della vita

A�

Secondo una ricerca effettuata sulla popolazione statunitense da Welte et al. e pubblicata sulla rivista Journal of Gambling Studies, i problemi correlati al gioco da��azzardo sarebbero molto piA? frequenti di quanto ritenuto finora; addirittura, nella popolazione sottoposta allo studio, il gambling (o gioco da��azzardo patologico) sarebbe piA? frequente dei problemi correlati alla��alcol, soprattutto dopo i 21 anni, anche se questi ricevono molta piA? attenzione dai media, dai professionisti del settore e dalle politiche di programmazione sanitaria.

La��abuso di alcol e il gambling sono stati messi a confronto perchA� entrambe rappresentano un comportamento comune tra gli adolescenti ed i giovani adulti negli Stati Uniti e si inseriscono in una definizione di comportamento problematico.

Welte et al. hanno condotto, combinando poi i risultati, due indagini nazionali sul gambling e i problemi correlati alla��alcol nella��arco della vita; le indagini sono stati condotte, una considerando gli adulti (sopra i 18 anni, N = 2.631), tra il 1999-2000, e una rivolta ai giovani (etA� 14-21, N = 2.274), nel periodo 2005-2007.
I dati di queste indagini sono stati combinati per esaminare la prevalenza di qualsiasi gioco d’azzardo, del gioco d’azzardo frequente e gioco d’azzardo problematico nel corso della vita.

Dallo studio di Welte et al. emerge che:
a�? A�la��avvio al gambling si ha nella��adolescenza-giovane etA�
a�? A�si passa al frequent gambling nella giovane etA� adulta, cioA? tra i 20 e i 30 anni,
a�? A�per arrivare ad avere la presenza di problem gambling (ovvero ad avere una corrispondenza di almeno tre dei criteri del DSM-IV per il gambling patologico) tra i 31 e i 40 anni e non prima come evidenziavano le ricerche presentate finora
a�? A�si ha poi un declino con la��aumentare della��etA�.

Le ricerche effettuate precedentemente sulla dipendenza da alcol dimostrano che questa tende ad avere un picco nella giovane etA� adulta, tra i 22 e i 30 anni.
Questo dimostra che la teoria secondo la quale i comportamenti devianti hanno un picco nella��adolescenza sembra applicarsi meglio alla��abuso di alcol che al gambling patologico.

Riprendendo i dati ottenuti dalla ricerca di Welte et al. sul percorso del gambling nella��arco della vita si A? stato visto, quindi, che si ha un incremento di questo comportamento nella giovane etA� adulta per raggiungere il picco massimo (problem gambling) tra i 31 e i 40 anni.

Fonte

J. W. Welte et al., Gambling and Problem Gambling Across the Lifespan, J Gambl Stud (2011) 27:49a��61.

 

I commenti sono chiusi.

 

European Drug Report 2018: Trends and Developments.

High availability of drugs across all types. Over 1 million seizures in Europe in 2016. Over 92 million adults in the EU have tried an illicit drug in their lifetime. 1.3 million people received treatment for illicit drugs. Cocaine purity at street level reached its highest level in a decade. Increase in number of cocaine seizures. Increase in cocaine residues in wastewater in 26 of 31 cities between 2015 and 2017. Rise in number of first-time admissions to specialised treatment for problems related to cocaine. Europe is an important market for drugs trafficked in from other regions. But there are worrying signs of increased drug production inside Europe. Cannabis availability and use remain high. Cannabis is involved in 77 % of drug law offences. Rapid emergence of a commercial cannabis market in parts of the Americas. Fewer new psychoactive substances reported for the first time. But there is more evidence of harm. Health harms linked to highly potent new synthetic cannabinoids and synthetic opioids prompted nine risk assessments. Synthetic cannabinoids are the most frequently seized NPS in Europe. Synthetic opioids and particularly fentanyl derivatives are increasingly detected. Fentanyl derivatives — key players in the US opioid crisis — call for concern & vigilance. NPS use and related harms are a new challenge for prison system. Prisons are a critical setting for addressing the healthcare needs of drug users. Online markets appear to be of growing importance. A recent EMCDDA–Europol study identified more than 100 darknet markets. Concerns over unlicensed benzodiazepines sold on the street and online. Increasing number of overdose deaths raises concerns. Renewed focus on the role of take-home naloxone in overdose response strategies. Read more in the European Drug Report 2018: emcdda.europa.eu/edr2018

LE CREAZIONI DI INSOSTANZA