uep_logo
Strada delle Scotte, 6 53100 Siena
tel 0577 233228
info@insostanza.it

Sei in: InSostanza > InFormati > Gioco d’azzardo (gambling) > Effetti della dipendenza da Gioco d’azzardo

Effetti della dipendenza da Gioco d’azzardo

L’ICD-10 inserisce il Gioco d’azzardo Patologico (GAP) tra i disturbi delle abitudini e degli impulsi, nello scordo DSM-IV-TR il GAP rientrava nella categoria del disturbo del controllo dell’impulsi, recentemente con la nuova edizione DSM-5, rientra nel capitolo delle dipendenze (Substance-Related and Addictive Disorders). Nel nuovo manuale viene denominato ‘disturbo da gioco d’azzardo’ (Gambling Disorder), ed  è l’espressione di un cambiamento epistemologico che riguarda sia il GAP (per semplicità in questo scritto continuiamo ad adottare la vecchia denominazione) sia le dipendenze nel loro complesso. Infatti  le analogie tra GAP e dipendenze chimiche vanno ben al di là della fenomenologia comportamentale. La ricerca neurobiologica e la neuroimaging hanno mostrato sovrapposizioni dei quadri di addiction, innanzi tutto per quanto riguarda le diverse dipendenze chimiche e più recentemente tra dipendenze chimiche e non chimiche. A tutti gli effetti quindi il DSM-5 riconosce al  Gioco d’azzardo Patologico lo status di dipendenza. 

Il GAP evidenzia le principali caratteristiche dell’addiction:

Craving il giocatore avverte un bisogno intenso e incontrollabile di tornare a giocare (“bramosia”). Tale bisogno è talmente irrefrenabile che per la persona tornare a giocare  è la cosa più importante in quel momento, più della famiglia, del lavoro, della propria salvaguardia. Essa è una necessità che va appagata immediatamente. Lo stato di disforia e di eccitazione è paragonabile a quella prodotta dall’assunzione di droghe.

Tolleranza il giocatore patologico ha perso il controllo sul comportamento del gioco; con il passare del tempo impiega maggiori somme di denaro e dedica sempre più tempo al gioco per raggiungere l’eccitazione desiderata. Esso continua a giocare nonostante le conseguenze negative per la propria vita.

Astinenzaquando il giocatore tenta di ridurre o interrompere il gioco presenta una sintomatologia astinenziale caratterizzata da irritabilità, irrequietezza, flessione del tono dell’umore, ansia e insonnia.

Il  processo additivo comune alle dipendenze deriva dall’alterazione di tre sistemi funzionali: motivazione, gratificazione, regolazione degli affetti e inibizione comportamentale.

Tali meccanismi sono regolati da diversi sistemi neurotrasmettitoriali, tra i quali quelli principalmente coinvolti sono il sistema dopaminergico – che regola la spinta motivazionale alla ricerca dello stimolo gratificante e il sistema oppioide – che  media i processi di gratificazione derivati dal consumo della sostanza. Un ruolo importante è svolto anche dalle aree cerebrali coinvolte nell’apprendimento e nella memoria.

Effetti sociali della dipendenza da gioco d’azzardo

I giovani rappresentano un segmento di popolazione più vulnerabile rispetto allo sviluppo di patologie legate al gioco d’azzardo e la rapida diffusione è data dal remote gambling, una modalità di gioco che si attua per mezzo di internet, telefonia, tv digitale e interattiva. Secondo una recente idagine il 47% degli intervistatori riferisce di aver giocato con soldi mentre gli studenti problematici si aggirano intorno al 8% ( 10% maschi, 3% femmine)

 

 

European Drug Report 2018: Trends and Developments.

High availability of drugs across all types. Over 1 million seizures in Europe in 2016. Over 92 million adults in the EU have tried an illicit drug in their lifetime. 1.3 million people received treatment for illicit drugs. Cocaine purity at street level reached its highest level in a decade. Increase in number of cocaine seizures. Increase in cocaine residues in wastewater in 26 of 31 cities between 2015 and 2017. Rise in number of first-time admissions to specialised treatment for problems related to cocaine. Europe is an important market for drugs trafficked in from other regions. But there are worrying signs of increased drug production inside Europe. Cannabis availability and use remain high. Cannabis is involved in 77 % of drug law offences. Rapid emergence of a commercial cannabis market in parts of the Americas. Fewer new psychoactive substances reported for the first time. But there is more evidence of harm. Health harms linked to highly potent new synthetic cannabinoids and synthetic opioids prompted nine risk assessments. Synthetic cannabinoids are the most frequently seized NPS in Europe. Synthetic opioids and particularly fentanyl derivatives are increasingly detected. Fentanyl derivatives — key players in the US opioid crisis — call for concern & vigilance. NPS use and related harms are a new challenge for prison system. Prisons are a critical setting for addressing the healthcare needs of drug users. Online markets appear to be of growing importance. A recent EMCDDA–Europol study identified more than 100 darknet markets. Concerns over unlicensed benzodiazepines sold on the street and online. Increasing number of overdose deaths raises concerns. Renewed focus on the role of take-home naloxone in overdose response strategies. Read more in the European Drug Report 2018: emcdda.europa.eu/edr2018

LE CREAZIONI DI INSOSTANZA