uep_logo
Strada delle Scotte, 6 53100 Siena
tel 0577 233228
info@insostanza.it

Sei in: InSostanza > InFormati > Ketamina > Effetti della Ketamina

Effetti della Ketamina

EFFETTI DELLA KETAMINA

Effetti acuti

Gli effetti della ketamina sono dose-correlati.

A basse dosi (0.2 mg/kg), non considerate allucinogene,  vi sono alterazioni cognitive, della memoria e dell’attenzione, e si presentano i seguenti, ulteriori segni:

  • euforia e rilassamento;
  • visione alterata;
  • miosi (costrizione delle pupille);
  • incoordinazione motoria;
  • ansietà, agitazione, paranoia e sensazione di panico;
  • sensazione di dissociazione (sentirsi distaccati dal corpo);
  • distorsione delle percezioni tattili, visive e uditive, del tempo e dello spazio

(il corpo o parti di esso si possono percepire come legnosi o plastici);

  • confusione e difficoltà nella concentrazione e nel mantenere il pensiero che risulta disorganizzato;
  • incomprensibilità delle parole, mal articolate e pronunciate;
  • aumento pressorio, dei battiti cardiaci e del respiro;
  • nausea e vomito;
  • sudorazione;
  • intorpidimento delle estremità;
  • ridotta sensibilità al dolore e questo può disporre a tanti rischi.

 

Dosi maggiori aumentano l’intensità degli effetti suddetti.

A dosi particolarmente elevate (maggiori o uguali a 2 mg/kg) si può cadere nel cosiddetto buco della ketamina o K-hole, ad indicare un quadro complessivo di “caduta in un incubo spaventoso” caratterizzato daamnesia, anestesia ed assieme

  • rigidità muscolare che costringe l’assuntore ad un’assoluta immobilità per ore e ad una posizione errata che viene mantenuta per molto tempo con possibili danni;
  • convulsioni;
  • ipersalivazione;
  • ipertermia;
  • aritmie cardiache;
  • ipertensione
  • coma;
  • allucinazioni e uno stato di dissociazione psicologica che comporta esperienze di allontanamento dal corpo (extra-corporee) o di vicinanza alla morte (esperienze di pre-morte).

 

L’uso associato di alcol determina collasso cardiocircolatorio, deprimere pericolosamente la funzione respiratoria o può indurre un sonno profondo o perdita della coscienza sino al coma. La morte può sopravvenire anche per soffocamento da ingestione del vomito.

L’uso associato di ecstasy o amfetamine può disporre a notevoli aumenti della pressione arteriosa e problemi cardiaci.

Effetti cronici

Poco è conosciuto circa gli effetti a lungo termine ma vengono riportati episodi di flash-back anche a distanza di mesi, modificazioni della personalità e dell’umore e soprattutto alterazioni della memoria e delle funzioni cognitive.

Con la ketamina complessivamente si possono avere : rischi cardiaci, rischi renali, coliche renali,  e quadri psicotici.

 

 

LE CREAZIONI DI INSOSTANZA