uep_logo
Strada delle Scotte, 6 53100 Siena
tel 0577 233228
info@insostanza.it

Mefedrone

Mefedrone

Il mephedrone (o mefedrone) A? una stimolante di sintesi appartenente al gruppo dei catinoni , compostiA�imparentati con le amfetamine (tipo il kat, le amfetamine, le metamfetamine, la��ecstasy,A�etc.).

Ea�� nel gruppo dei cosiddetti a�?sali da bagnoa�? che comprendono:

  • il mefedrone, una beta-ketoamfetamina, al pari del catinone, del metilone e altri;
  • il pirovalerone, e il metilenediossi-pirovalerone (MPDV) alla classe dei pirrolidinofenoni come il pirrolidinopropriofenone.

Talvolta sono anche pubblicizzati come a�?cocaina legalea�? (senza perA? riportare la��effetto della potente e prolungata euforia) o come potenziatori della vigilanza, dello stato di attenzione o come afrodisiaci.

La struttura chimica del catinone, psicostimolante naturale, A? simile sia alla��efedrina cheA�alla��amfetamina; esso rappresenta il principio attivo presente nelle foglie di khat, una piantaA�sempreverde che cresce alle elevate altitudini della Penisola Arabica e della��Africa della��est.
I catinoni, come le amfetamine, produconoA�sintomi correlati alla stimolazione del sistemaA�nervoso simpatico e come queste sono anche inA�grado di causare il rilascio di dopamina.

Va sottolineato che con khat si indica la pianta le cui foglie contengono catinone, mentre con kat si indica una sostanza di sintesi a partire dalla epinefrina (nor-adrenalina) ossidata con permanganato di potassio.

Aspetto
Il mefedrone si presenta come una polvere bianca e fine, di colore biancastro o giallastro.A�Di solito viene sniffato come la cocaina.A�PuA? essere ingerito avvolto in involucri di carta o in capsule o compresse.
PuA? essere fumato e in rari casi viene iniettato.

I rischi
Questi sono conseguenti alla iperstimolazione del sistema nervoso simpatico e sonoA�soprattutto di ordine cardiovascolare o psichiatrico, non differiscono in sostanza da quantoA�puA? accadere con le amfetamine o la cocaina o la��ecstasy.
Dopo il suo uso il consumatore avverte euforia, loquacitA�, prontezza nella risposta,A�sentimenti di empatia. Al pari possono comparire ansia, paranoia, agitazione, statiA�psicotici, ipertermia, tachiacardia o aritmie, e convulsioni.A�

La��alterazione dello stato mentale puA? presentarsi con:

  • gravi attacchi di panico,
  • agitazione,
  • paranoia,
  • allucinazioni
  • comportamenti violenti (ad esempio, auto-mutilazione, tentativi di suicidio e la��attivitA� omicida).

La��azione del mefedrone dura circa 1 ora.
In Internet, ove viene acquistato, A? stato spesso descritto come un fertilizzante o unaA�sostanza chimica per la ricerca o come un sale da bagno e non per il consumo umano.
Naturalmente i rischi aumentano a dismisura nella��eventuale associazione con altreA�sostanze, evenienza molto probabile tra la��altro.

Riferimenti:
www.talktofrank.com
Karcha��s, Pathology of Drug Abuse, Third Edition, CRC Press

*Nuove droghe:

  • I catinoni hanno proprietA� amfetaminiche come il pirovalerone, il metilenediossipirovalerone (MPDV) e il mefedrone
  • altre sono simili alla��ecstasy, come le piperazine, le beta-keto-amfetamine, le amfetamine 4-sostitute i pirrolidinfenoni
  • altre sono potenti allucinogeni come le amfetamine con sostituzione in 2-5 e le fenitilamine, come i 2C e le FLY
  • infine vanno considerati anche i cannabinoidi sintetici presenti nei noti a�?herbal spicea�?.

 

 

LE CREAZIONI DI INSOSTANZA