uep_logo
Strada delle Scotte, 6 53100 Siena
tel 0577 233228
info@insostanza.it

Sei in:

Internet e identitA� web-mediata

Internet offre molte possibilitA�a��circa il 20% degli utenti cambia la propria identitA� online, in molti camuffano la propria etA�.
Tra questi, un 48% dice di farlo occasionalmente mentre per i restanti rimane una costante. Alcuni cambiano la propria etnia.

La��attrattivitA� di Internet A? in parte legata alla sua facile accessibilitA�, economicitA�, velocitA� nella ricerca dei risultati ed interattivitA�. La��interattivitA� permette di costruire una relazione virtuale, in tempo reale, attraverso modalitA� audio o video come ad esempio fa Facebook, Skype, Twitter, Badoo, Indoona, ecca��..A�Un compromesso perfetto per mantenere rapporti a distanza, evitare la��isolamento interiore, sperimentarsi in ambiti nuovi, relazioni improbabili, creare uno spazio al confine tra il reale e il virtuale a misura di ognuno.

Ma quando un individuo ricerca e vive relazioni prevalentemente on-line, quali possono essere le possibili ripercussioni sulla��identitA� personale?
Quando il virtuale viene sostituito al reale, generalmente andiamo incontro ad un quadro sintomatologico meglio definibile come: Trance Dissociativa da Videoterminale che nella descrizione nosografica si trova inserito alla��interno dei disturbi della coscienza.
Con il termine dissociazione si vuole indicare la separazione di una o piA? parti dei processi mentali solitamente integrati, (es: coscienza, memoria, identitA�, percezione della��ambiente), dal resto della coscienza, con la conseguenza che la parte dissociata si comporterA� come una��identitA� mentale indipendente dalla personalitA� globale, la quale non riuscirA� ad esercitare alcun controllo sulla parte scissa.
La Trance Dissociativa da Videoterminale, avverrebbe durante o dopo molte ore di collegamento alla Rete, attraverso una��alterazione temporanea dello stato di coscienza o dalla sostituzione del senso abituale di identitA� personale con una��identitA� alternativa. Questa condizione potrebbe derivare da una condizione psicopatologica precedente, come ad esempio un fobia sociale.

Dal punto di vista psicodinamico la Trance Dissociativa si evolve in tre stadi psicopatologici principali: la dipendenza, la regressione ed infine la dissociazione.
Gli aspetti legati alla dipendenza da internet sono simili alle altre forme di dipendenza (sesso, droghe, gioco da��azzardo), dove assieme a modifiche della��attivitA� cerebrale riconducibili ad alterazioni del circuito del piacere e della ricompensa, dovute ad alterazione dei livelli di dopamina (la molecola del piacere), si associa la��inderogabile necessitA� di a�?andare a vederea�?- come nel caso delle chat e dei social network- , che definisce la��urgenza, la compulsivitA� del comportamento e la grande quantitA� di tempo impiegata.
La regressione implica invece una tendenza ad evocare relazioni immaginarie che compensano relazioni reali insoddisfacenti, cui puA? seguire un ritiro sociale.
La dissociazione implica una labilitA� nei confini del proprio senso di identitA� personale, ed un distacco ed estraniamento da se stessi fino alla perdita del contatto con la realtA�.

Quali sono le motivazioni che portano a tutto questo?
La relazione con la��altro, nel web, viene vissuta con maggiore facilitA� in quanto si ha un maggiore possibilitA� di controllo sulla relazione stessa. Vivere relazioni virtuali compensa in parte, bisogni non incontrati nelle relazioni primarie.
Da uno studio condotto da Schneider e coll., (2007), emerge come i partners intervistati che hanno vissuto entrambe le modalitA� relazionali (reali e virtuali) sostengano che entrambe siano ugualmente coinvolgenti.
a��.Una�� ultima, paradossale libertA�?A�La realtA� del web, in queste forme, rispecchia una��identitA� schizofrenica, la trasgressione inserita in una societA� che non tollera differenze di alcun tipo.

IdentitA� multiple che soddisfano bisogni multipli??

Francesca Targi psicologa

Bibliografia:
Christopherson, K. M. (2007). The positive and negative implications of anonymity in Internet social interactions: a�?a�?On the Internet, Nobody Knows Youa��re a Doga��a��. Computers in Human Behavior 23 (2007) 3038a��3056.
Zanon et al., (2012). Dissociative Trance and Internet Addiction: study on a sample of web users. Journal of Psychopatology, 8, 210-218.

 

tags: #dipendenza da internet #francesca targi #web addiction

Due parole sull'autore

Francesca Targi

Psicologa. redattore sulle dipendenze comportamentali e da sostanze. Svolgo educazione sessuale nelle scuole di Siena e Provincia. Mi occupo di analisi della domanda, colloqui di prima visita, sostegno psicologico rivolto ad adulti e minori. Sono Responsabile del sito in fase di costruzione sessoinsostanza.it.

I commenti sono chiusi.

 

LE CREAZIONI DI INSOSTANZA