uep_logo
Strada delle Scotte, 6 53100 Siena
tel 0577 233228
info@insostanza.it

Sei in:

Luci lampeggianti e musica “imbrogliano” i giocatori d’azzardo.

Nella ricerca pubblicata nel Journal of Neuroscience, gli scienziati hanno scoperto che i topi si comportavano come i giocatori problematici quando suoni e le luci lampeggianti sono state aggiunti a un modello di gabbia adibita a “casinA? per topi”. I ricercatori sono stati anche in grado di correggere il comportamento compulsivo, bloccando l’azione dopaminergica, ponendo cosA� le basi per un possibile trattamento farmacologico nella dipendenza dal gioco negli esseri umani.

“Sembrava, al momento, come una cosa stupida da fare, perchA� non credevo che le luci e la musica potessero avere un grande impatto. Ma quando abbiamo terminato lo studio, il risultato A? stato enorme”. A dirlo A? stata la dottoressa Caterina Winstanley, professoressa associata presso il Dipartimento di Psicologia University of British Columbia e il Centro Mowafaghian Djavad per la salute del cervello, “Chiunque abbia mai giocato in un casinA? vi dirA� che naturalmente, musica e luci lampeggianti servono a tenere i clienti piA? impegnati, ma ora siamo in grado di dimostrarlo scientificamente”.

Gli sperimentatori hanno somministrato ai ratti un farmaco che ha bloccato l’azione di uno specifico recettore della dopamina (il recettore D3) che A? collegato al sistema della ricompensa, meccanismo alla base di tutte le dipendenze; i ratti hanno agito non mostrando piA? un comportamento problematico. Tuttavia gli “antagonisti” della dopamina hanno avuto un effetto minimo sui ratti che hanno giocato senza le luci lampeggianti e segnali sonori.
“Questo ricettore cerebrale A? anche molto importante per la tossicodipendenza, i nostri risultati possono sostenere l’idea che i comportamenti a rischio potrebbero avere una causa biologica comune “, ha detto l’autore principale Michael Barrus, un dottorando presso il Dipartimento di Psicologia UBC, “Non A? causale se i casinA? sono pieni di luci e suoni che rendono l’ambiente accattivante e attraente “

Fonte:

  1. Michael M. Barrus and Catharine A. Winstanley.A�Dopamine D3 receptors modulate the ability of win-paired cues to increase risky choice in a rat gambling task.A�Journal of Neuroscience, January 2016.

 

tags: #casinA? e dipendenza #gambling e musica #gioco d'azzardo dopamina #gioco d'azzardo luci e suoni #trattamento gioco d'azzardo

I commenti sono chiusi.

 

European Drug Report 2018: Trends and Developments.

High availability of drugs across all types. Over 1 million seizures in Europe in 2016. Over 92 million adults in the EU have tried an illicit drug in their lifetime. 1.3 million people received treatment for illicit drugs. Cocaine purity at street level reached its highest level in a decade. Increase in number of cocaine seizures. Increase in cocaine residues in wastewater in 26 of 31 cities between 2015 and 2017. Rise in number of first-time admissions to specialised treatment for problems related to cocaine. Europe is an important market for drugs trafficked in from other regions. But there are worrying signs of increased drug production inside Europe. Cannabis availability and use remain high. Cannabis is involved in 77 % of drug law offences. Rapid emergence of a commercial cannabis market in parts of the Americas. Fewer new psychoactive substances reported for the first time. But there is more evidence of harm. Health harms linked to highly potent new synthetic cannabinoids and synthetic opioids prompted nine risk assessments. Synthetic cannabinoids are the most frequently seized NPS in Europe. Synthetic opioids and particularly fentanyl derivatives are increasingly detected. Fentanyl derivatives — key players in the US opioid crisis — call for concern & vigilance. NPS use and related harms are a new challenge for prison system. Prisons are a critical setting for addressing the healthcare needs of drug users. Online markets appear to be of growing importance. A recent EMCDDA–Europol study identified more than 100 darknet markets. Concerns over unlicensed benzodiazepines sold on the street and online. Increasing number of overdose deaths raises concerns. Renewed focus on the role of take-home naloxone in overdose response strategies. Read more in the European Drug Report 2018: emcdda.europa.eu/edr2018

LE CREAZIONI DI INSOSTANZA