uep_logo
Strada delle Scotte, 6 53100 Siena
tel 0577 233228
info@insostanza.it

Sei in:

Negli Stati Uniti gli integratori alimentari a�?tagliatia�? come le droghe

La Food and Drug Administration (FDA), nel mese di agosto 2009 ha scoperto che la maggiore parte dei prodotti etichettati come integratori alimentari contengono una grande varietA� di ingredienti farmaceutici attivi. Sono stati identificati piA? di 140 prodotti contaminati e sono solo una parte dei prodotti esistenti in commercio.
Questa tendenza A? particolarmente allarmante, proprio perchA�, secondo un recente studio del National Health Interview Survey, circa 114 milioni di persone, che rappresenta piA? della metA� della popolazione adulta degli Stati Uniti, consumano integratori alimentari.

Questi supplementi comprendono prodotti vegetali, vitamine e minerali, aminoacidi ed estratti di tessuto e sono regolati dalla FDA nel quadro del 1994 della Dietary Supplement Health and Education Act (DSHEA). In generaleA� si presume che siano sicuri ed in piA? il contesto normativo A? scarsamente comprensibile sia per i consumatori che per i medici.

In realtA� una vasta gamma di integratori sono stati trovati contaminati con materiale vegetale tossico, metalli pesanti o batteri. Questi ingredienti particolarmente pericolosi sono stati individuati sia in prodotti immessi sul mercato per i pazienti che abbisognano di diete (diabete, colesterolo alto) o disturbi metabolici, ma e con maggiore frequenza si trovano in prodotti che promettono ottime prestazioni atletiche, sessuali e perdita di peso.

Secondo le analisi della FDA sono stati trovati:

  • sibutramina (anoressizzante);
  • rimonabant (anoressizzante antagonista dei cannabinoidi – ritirato dal commercio perchA� induceva al suicidio);
  • fenproporex (anoressizzante con azione simile alla destro amfetamina);
  • furosemide (diuretico);
  • benzodiazepine e antidepressivi (per mitigare gli effetti degli stimolanti);
  • analoghi inibitori della 5 fosfodiesterasi (tipo Viagra, per migliorare le prestazioni sessuali).

Molti di questi integratori vengono venduti via internet. Seppure quanto riportato sembra avvertire i cittadini statunitensi A? chiaro che stessa attenzione andrebbe posta da parte sia dei Medici che dei consumatori italiani.
Bisogna sottolineare che tutti gli anoressizzanti di tipo amfetaminico hanno profondi effetti sia sulla psiche che sull’apparato cardio-vascolare.

P.A.Cohen, American Roulette. Contaminated Dietary Supplements, The New England Journal of Medicine 2009,361;15;1523.

A cura di Ce.S.Di.P.

 

tags: #benzodiazepine #integratori alimentari #tagli

I commenti sono chiusi.

 

LE CREAZIONI DI INSOSTANZA