InSostanza News

Fatti e notizie dal mondo delle dipendenze.

Foto dott. Giuseppe Montefrancesco
Responsabile del sito
Dott. Giuseppe Montefrancesco

La motivazione al cambiamento: basta droga

28 Nov 2012

Recentemente ho letto il piccolo romanzo “Io e Tea” di Niccolò Ammanniti (casa editrice Einaudi, 2010). Il libro attraversa tutti i temi propri dell’adolescenza come la corsa verso l’adultità, l’autenticità, dell’amicizia e la ricerca di sè; talvolta anche il drammatico incontro con la droga e la difficile decisione di smettere. Se nel romanzo quest’ultimo argomento […]

Leggi

La genetica degli oppioidi: una chiave per permettere un controllo personalizzato del dolore?

10 Ott 2012

Sono ormai molti gli oppioidi disponibili tra cui scegliere un farmaco per la terapia del dolore moderato o grave. A livello di popolazione, non si registrano grossolane differenze in termini di efficacia analgesica o di reazioni avverse tra questi differenti farmaci, invece, a livello individuale, vengono segnalate importanti variazioni nella risposta ad un dato oppioide. […]

Leggi

Minoranze sessuali, vittimizzazione ed abuso di sostanze

22 Feb 2012

Tonda Huges, professore presso l’università di Illinois a Chicago, ed i suoi collaboratori hanno recentemente pubblicato sulla prestigiosa rivista Science i risultati di uno studio condotto su 34.635 giovani adulti (a partire dai 20 anni di età), il 2% dei quali si identificava in una minoranza sessuale (lesbiche, gay, bisessuali), al fine di esaminare la […]

Leggi

“Funghi magici” e attività cerebrale.

27 Ott 2011

Nonostante una lunga storia di utilizzo nelle cerimonie di guarigione, in riti tesi all’espansione della mente ed “all’apertura di porte della percezione”, le sostanze allucinogene presenti nei “funghi magici” sembrano provocare al contrario diffuse diminuzioni dell’attività cerebrale, secondo quanto riportato da alcuni ricercatori e pubblicato negli Atti della National Academy of Sciences USA (Carhart-Harris RL […]

Leggi

Varianti genetiche e depressione

15 Feb 2011

La depressione rappresenta uno dei più diffusi disordini psichiatrici cui patogeneticamente sembra contribuire una combinazione di fattori di rischio ambientale e di suscettibilità genetica. Relativamente a questo punto, recenti studi, attraverso approcci di associazione a genome-wide, hanno rivelato che il gene SLC6A15 potrebbe rappresentarne uno dei fattori di suscettibilità. Questo gene, che codifica per un […]

Leggi

Un consumo moderato di alcol protegge gli anziani dalla demenza

11 Feb 2011

Una ricerca condotta in Germania su individui, di età pari a 75 anni e più, il cui obiettivo era di indagare in modo prospettico la relazione tra l’attuale consumo di alcol (quantità e tipo di alcol) e l’incidenza complessiva di demenza senile e la demenza per malattia di Alzheimer ha prodotto le seguenti conclusioni: “il […]

Leggi

La ricaduta viene costruita dalle stesse droghe

27 Gen 2011

La persistente ricaduta costituisce il problema più impegnativo nella terapia della dipendenza da sostanze d’abuso; la recidività appare legata all’alterata regolazione della corteccia prefrontale dei comportamenti motivati che coinvolgono il nucleo accumbens (ovvero all’alterata comunicazione tra la corteccia prefrontale e il nucleo accumbens). Utilizzando un modello murino di dipendenza da eroina, gli Autori mostrano che […]

Leggi

Gli adolescenti rischiano di più.

15 Giu 2010

Nida NewsScan Nov. 2010-12-26 This special neuroscience issue of NIDA NewsScan was created to coincide with the Frontiers in Addiction Research: NIDA Mini-Convention, a satellite meeting on November 12 at the Society for Neuroscience 40th Annual Meeting. L’adolescenza è un periodo dello sviluppo spesso caratterizzato da una maggiore tendenza al rischio e all’azione a  ossia […]

Leggi

Capsaicina un buon rimedio non solo per il dolore

25 Mag 2010

La capsaicina, la sostanza dal caratteristico potere irritante contenuta nel peperoncino, è continuamente oggetto di molteplici studi. Attualmente viene anche utilizzata per ridurre il dolore come analgesico topico e se la sua somministrazione causa inizialmente dolore intenso, il trattamento prolungato induce desensibilizzazione allo stimolo dolorifico per la capacità del farmaco di impedire  la trasmissione “dell’informazione […]

Leggi

1 10 11 12 13 14