uep_logo
Strada delle Scotte, 6 53100 Siena
tel 0577 233228
info@insostanza.it

Sei in:

Nicotina: pubblicata la��indagine Doxa, sono in aumento le donne fumatrici

Sono piA? di 11 milioni i fumatori, pari al 22% della popolazione italiana. In particolare, fuma il 25,4% degli uomini e quasi il 19% delle donne. Sono i dati della��indagine Doxa a�� Istituto Superiore di SanitA� 2014 (Doxa-ISS 2014), pubblicati il 26 giugno scorso. La��elemento piA? eclatante che emerge dalla��indagine nasce dal confronto fra i dati relativi agli ultimi due anni: rispetto al 2013, nel 2014 si registra un aumento della��1,4% della popolazione dei fumatori, un incremento essenzialmente determinato dal comportamento delle donne, che in un anno passano dal 15,3 al 18,9%, mentre gli uomini nello stesso periodo diminuiscono dello 0,8%. Occorre perA? ricordare che in passato le percentuali di fumatori in Italia erano piA? elevate: nel 1990 la quota degli uomini dediti al fumo era vicina al 40%; nello stesso periodo fumava piA? di una donna su 4 (quasi il 26%).

Anche il consumo quotidiano medio di sigarette mostra una evidente tendenza alla riduzione: dalle 16 sigarette al giorno del 2003 siamo passati a poco meno di 13 nel 2014 (ma rispetto al 2013 si A? registrato un lieve aumento). La quota maggiore di fumatori (circa il 41%) consuma un numero giornaliero di sigarette compreso fra 10 e 20; i forti fumatori (piA? di 20 sigarette al giorno) sono il 28,5% del totale. Dai dati pubblicati emerge una tendenza alla��aumento del consumo quotidiano di sigarette con la��avanzare della��etA�, almeno fino ai 65 anni: fumare piA? di 25 sigarette al giorno A? raro nei giovani fra 15 e 24 anni, piA? frequente nel gruppo di etA� che comprende i soggetti fra 45 e 64 anni.

A�A�A�A�A�A�A�A�A�A�A�A�A�A�A� Di particolare interesse sono i dati della��indagine Doxa-ISS 2014 relativi alla��etA� in cui nel nostro paese si comincia a fumare: quasi il 90% di maschi fumatori inizia prima dei 21 anni, contro la��80% circa delle femmine. Fra le donne A? meno diffuso il fenomeno della��inizio precoce, prima dei 15 anni, che invece interessa quasi il 16% dei maschi. Ea�� quindi fra i giovani e i giovanissimi che devono essere concentrati gli sforzi per diffondere una informazione corretta sul fumo.

A�A�A�A�A�A�A�A�A�A�A�A�A�A�A� La��indagine Doxa-ISS 2014 fornisce anche dati sulla diffusione della sigaretta elettronica. La��elemento di maggiore interesse al riguardo A? la forte tendenza alla riduzione che il fenomeno presenta: nel 2013 gli utilizzatori, abituali o anche solo occasionali, rappresentavano il 4,2% della popolazione generale; nel 2014 solo la��1,6% degli italiani fa uso di questo strumento. Fra gli utilizzatori della sigaretta elettronica due su tre sono uomini; la diffusione A? bassa fra i piA? giovani, considerato che piA? della��85% di questi soggetti ha superato i 25 anni di etA�.

A�A�A�A�A�A�A�A�A�A�A�A�A�A�A� Quanto alle conseguenze della��uso della sigaretta elettronica sul consumo delle sigarette tradizionali, la quota di chi dichiara di aver smesso di utilizzare le comuni sigarette oscilla nel periodo 2013-2014 fra il 10 e il 20%; un fumatore su 4 dichiara di non aver modificato le sue abitudini riguardo al consumo di sigarette; piA? del 10% dei soggetti riferisce di avere iniziato a fumare sigarette dopo aver sperimentato la sigaretta elettronica.

Una lettura superficiale di questi dati potrebbe risultare fuorviante; qualche commento A? necessario. In realtA�, chi ha smesso di utilizzare le tradizionali sigarette, non ha veramente smesso di fumare; continua ad assumere nicotina con regolaritA�, sia pur soltanto con la sigaretta elettronica. Chi dichiara di non aver modificato le sue abitudini riguardo al consumo di sigarette in realtA� si A? adattato ad una dose giornaliera di nicotina maggiore di quella che assumeva in precedenza; infatti, alla nicotina derivante dal consumo di sigarette si aggiunge ora quella fornita dalla sigaretta elettronica. Particolarmente preoccupante A? la condizione dei soggetti che riferiscono di aver iniziato a fumare sigarette soltanto dopo aver sperimentato la sigaretta elettronica: si tratta di una quota non irrilevante di persone, che prima non fumavano ed hanno acquisito la dipendenza dalla nicotina attraverso la��uso della sigaretta elettronica.

dr. Fausto LorA?

 

tags: #aumento fumatori #donne fumatrici #indagine doxa 2014 #nicotina #sigarette elettroniche

I commenti sono chiusi.

 

LE CREAZIONI DI INSOSTANZA