uep_logo
Strada delle Scotte, 6 53100 Siena
tel 0577 233228
info@insostanza.it

Sei in:
DSC_7154 di killbox da Flickr.com

Padova. Detenuto muore inalando gas come il compagno di cella

A dieci giorni di distanza l’uno dall’altro, due compagni di cella hanno perso la vita a causa di una fatale inalazione di gas butano. A? successo a Padova, nella casa di reclusione Due Palazzi, dove negli ultimi due mesi sono stati registrati quattro decessi. Che questi ultimi due casi siano da considerarsi suicidio A? ancora da accertare.

A? possibile, infatti, che i due compagni di cella, entrambi con passato di tossicodipendenza, sniffassero il gas per a�?evaderea�? da una realtA� insostenibile. CosA� A? morto ieri Alessandro Giordano, 38 anni, originario di Salerno che stava scontando una condanna fino al 2014, per reati legati alla sua condizione di tossicodipendente. a�?A termini di legge a�� si precisa dalla�YOsservatorio sulle morti in carcere a�� avrebbe potuto essere in a�zaffidamento terapeuticoa�Y, invece era in cella, come altri 20mila tossicodipendenti, e in cella ha lasciato la vitaa�?.

La��Osservatorio riferisce anche che dal 2000 a oggi: sono 1.821 le persone decedute nei penitenziari italiani.

a�?Tra loro 651 si sono sicuramente suicidate, mentre i casi analoghi a quello di Giordano, dove la�Yintento suicidario non A? certo, solo oltre 100a�?. Questa�Yultimo decesso ha giA� suscitato reazioni e sembra destinato a far riflettere.

Il primo a rompere il silenzio A? un detenuto della redazione di Ristretti Orizzonti, Elton Kalica: a�?Alessandro Giordano solo due settimane fa aveva visto Walter, il suo compagno di cella, morire a�� scrive in una lettera a��: entrambi, con lunghi percorsi di tossicodipendenza, non facevano altro che prendere la solita terapia di psicofarmaci fornita dalla�Yinfermeria del carcere. Che evidentemente non bastava per alleviare il loro malesserea�?. Nemmeno il decesso di Walter A? bastato a far desistere il compagno di cella: a�?In condizioni normali guardare un amico morire A? una cosa che ti segna per il resto della vita. In galera evidentemente le cose non funzionano cosA� a�� continua Kalica a�� . La depressione prevale e il malessere ti rende indifferente ai rischia�?.

CosA� A? successo che a�?il tentativo di staccarsi da questa realtA� la�Yha portato a staccarsi dalla vita, se mai si possa chiamare vita quella che molte persone fanno qui dentroa�?.

La domanda, ora, A?: cosa succederA� al terzo compagno di cella? a�?Dopo averA�visto morire i due amici sarA� aiutato in qualche modo a uscire dalla�YisolamentoA�e a trovare qualche motivo di speranza?a�? chiede Elton Kalica, che conclude:
a�?Qui dentro, la convinzione di essere piA? forti del destino si mischia allaA�rassegnazione verso la disumanitA� del luogo in cui si A? chiusi, facendo unaA�miscela che, se non A? esplosiva, A? a volte disperata, come queste due mortiA�che ci indignanoa�?.

Redattore Sociale

 

tags: #butano #carcere #detenuti morti #inalanti #morto

I commenti sono chiusi.

 

LE CREAZIONI DI INSOSTANZA