uep_logo
Strada delle Scotte, 6 53100 Siena
tel 0577 233228
info@insostanza.it

Sei in:

Facciamo se ci conviene; l’amigdala.

Una nuova pubblicazione prodotta dai ricercatori della NIDA (National Institute on Drug Abuse) riporta che una particolare regione cerebrale – il nucleo centrale dell’amigdala – ha un ruolo fondamentale nel predire il valore di una ricompensa e quindi nel formulare un giudizio, una opinione del lavoro che ne conseguirebbe per ottenerla.
In altri termini la��amigdala giudica quanto potremmo guadagnare e se la “fatica” conseguente A? congrua; se il prezzo A? giusto come lo slogan di una famosa trasmissione. Il ragionamento rimane comunque evidentemente soggettivo e non oggettivo.

(L’amigdala presenta vari nuclei privi di nomi specifici per cui si indicano il nucleo basale, mediale, laterale e centrale )

Ratti, in attesa di una ricompensa, mostrano l’attivazione di tale area che in realtA� puA? progressivamente ridursi o mancare del tutto se il guadagno A? inferiore di quanto atteso e se A? assente.
CiA? suggerisce che il nucleo centrale dell’amigdala aiuta a gestire le aspettative e indica come rispondere se dovessero modificarsi le condizioni di ricompensa.
In altri termini un prosaico ragionamento sul guadagno atteso e lavoro spesso spinge le nostre opinioni o le nostre scelte.
In ogni caso questi risultati forniscono informazioni sui meccanismi alla base dei trattamenti nella dipendenza che mirano a bloccare l’assunzione di droghe, cosA� come di altri trattamenti che riducono ma non eliminano le ricompense (per esempio, l’eccesso di cibo).

montefrancesco

“Neural correlates of two different types of extinction learning in the amygdala central nucleus” published in Nature Communications, go tohttp://www.nature.com/articles/ncomms12330.

Due parole sull'autore

Giuseppe Montefrancesco

Dal 2004 è Direttore Scientifico del “Centro Studi sulle Dipendenze Patologiche” (Ce.S.Di.P.) presso il Dipartimento di Farmacologia “G. Segre”. Dal 2011 è Responsabile della Unità Operativa “Prevenzione Dipendenze Patologiche” della Azienda USL 7 di Siena.

I commenti sono chiusi.

 

LE CREAZIONI DI INSOSTANZA