uep_logo
Strada delle Scotte, 6 53100 Siena
tel 0577 233228
info@insostanza.it

Sei in:

Sesso e ruoli di genere: i giovani si rispondono.

La prematura sessualizzazione dei giovani A? diventata oggetto di grande dibattito. Di fronte ad un erotismo sfrontato che dilaga negli schermi e che viene consumato avidamente, ci sono dalla��altra parte giovani adolescenti che vanno costruendo la loro sessualitA�.

Quale influenza puA? avere la massiccia esposizione di materiale erotico nello sviluppo della��identitA� degli adolescenti e nella rappresentazione del genere femminile e maschile?
Le opinioni intorno alla��argomento hanno raccolto da sempre accesi dibattiti. Da una parte ca��A? chi sottolinea la pericolositA� di una��esposizione passiva di materiale sessuale su giovani adolescenti che non avendo ancora raggiunto una piena maturitA� cognitiva rimarrebbero impattati da una visione distorta ed artefatta della sessualitA�, altri richiamano il valore educativo delle istituzioni, altri ancora puntano il dito sul gruppo dei pari.
Un interessante spunto di riflessione ci viene da una ricerca condotta dalla dott.ssa Reid, antropologa della��UniversitA� di Boston, che attraverso delle interviste dirette, condotte su un gruppo di giovani della scuola di Londra di etA� compresa tra i 14 ed i 17 anni, ha investigato la��ambito della sessualitA� e le eventuali differenze di genere legate ad ambo i sessi.
La scuola, sostiene la dott.ssa Reid, rappresenta una sorta di a�?microcosmo autoregolatoa�? con le sue regole condivise e costituisce una lente da cui partire per iniziare a calarci nel mondo degli adolescenti ed iniziare a patteggiare con loro.
Micheal, risponde alla��intervista spiegando che” ….se una ragazza fa sesso con un sacco di uomini non A? detto che sia una poco di buono, certamente dipende dal periodo e dalla situazione che sta vivendo…
Giorgia dice a�?a��il sesso non A? qualcosa di male, soprattutto se vissuto alla��interno di un rapporto stabile con una persona, se invece viene vissuto al di fuori, ciA? che puA? essere pensato A? ben diverso in questo casoa��, gli altri possono pensare che tu non abbia voglia di impegnarti con quella personaa��a�?.
La��immagine che gli adolescenti vanno formandosi della sessualitA� non va riportata al solo ruolo della societA�, risulta piuttosto una ricostruzione attiva di pensieri ed idee che vanno formandosi e negoziandosi alla��interno del gruppo e che lasciano spazio ad una libertA� di essere.
Come sostiene Galimberti, se la sessualitA� A? un rischio dove l’individuo gioca la sua identitA� e la societA� il suo ordine. Per evitare questo rischio si ricorre all’immaginario che, in modo allucinatorio, ci fa vivere illusoriamente quello che non abbiamo il coraggio di osare (Il gioco delle opinioni, 2004) allora la maggior parte degli adolescenti non si lascia incantare da una societA� ipersessualizzata.

Dunque i giovani non rappresentano solamente un modello di ricezione passivo di informazioni, immagini e modelli provenienti dal mondo adulto, vogliono fare le loro esperienze, conoscere il corpo proprio e quello dell’altro, vogliono sperimentare tutti quei posizionamenti nella societA� attraverso i quali si rimodella la loro identitA� sessuale. Si muovono i maniera attiva e critica rispetto alle tematiche connesse a questa identitA�.
Questo presuppone una forma di responsabilitA� tra i giovani adolescenti che diventano al contempo spettatori e attori della loro vita.
Sono tramontati i tempi in cui si diceva che una ragazza era facile se aveva piA? e diversi rapporti sessuali. I ragazzi tra loro si riconoscono questa libertA� nella ricerca e nella sperimentazione del sessoa��..cosA� come nel consumo di alcol, che il piA? delle volte tra igiovani si A? rivelato ragionevole. Ma quello che piA? rassicura la nostra ansia di vederli prematuramente violati e manipolati dallo strabordante immaginario erotico adulto, A? sapere che nella realtA� loro ancora una volta, come sempre, ora giocando e ora a fatica, si perdono per poi ritrovarsi, e cosA� facendo cercano se stessi e crescono confrontandosi con i rischi di spossessamento di sA� che la sessualitA� comporta.

Due parole sull'autore

Francesca Targi

Psicologa. redattore sulle dipendenze comportamentali e da sostanze. Svolgo educazione sessuale nelle scuole di Siena e Provincia. Mi occupo di analisi della domanda, colloqui di prima visita, sostegno psicologico rivolto ad adulti e minori. Sono Responsabile del sito in fase di costruzione sessoinsostanza.it.

I commenti sono chiusi.

 

LE CREAZIONI DI INSOSTANZA