uep_logo
Strada delle Scotte, 6 53100 Siena
tel 0577 233228
info@insostanza.it

Sei in:

Leccare la siringa !

Lccare la siringa; state attenti !

Un uomo di circa 40 anni viene ricoverato in ospedale con febbre e nega decisamente il recente uso di droghe. Afferma comunque di aver iniziato con la cocaina a 18 anni di etA� e a distanza di un 1 anno, non potendosi piA? permettere tale a�?lussoa�?, era passato all’eroina.
Tre anni dopo, il paziente viene nuovamente ricoverato al pronto soccorso per il trattamento di una infezione dei tessuti molli profondi del braccio sinistro. Tale condizione si verifica spesso e complica la frequente procedura iniettiva in un paziente tossicodipendente.
Il paziente fu trattato chirurgicamente per pulire e sterilizzare la zona e con copertura antibiotica verso batteri che perA? ordinariamente sono presenti nel cavo orale, stafilococchi e streptococchi anaerobici e moraxella catarrhalis.
Gli operatori furono molto sorpresi da questi microrganismi ed, in realtA�, il paziente ammise che, come molti tossicodipendenti fanno, avrebbe leccato la��ago usato per la��iniezione secondo un rito scaramantico di buona fortuna.
Il paziente dimesso ha comunque ripreso ad iniettarsi eroina, ma non ha piA? contaminato i suoi aghi leccandoli.
Dieci anni dopo A? divenuto epatopatico per infezione da virus C e si A? astenuto da iniettarsi droghe per molti anni, fino a quando non ha perso il lavoro; a quel punto egli ha ricominciato la��uso di eroina.

Un maledetto ciclo di infezioni e dipendenza.

montefrancesco

Fever in a 40-Year-Old Intravenous Drug User

John L. Brusch, MD;A�JanuaryA�12,A�2015

 

tags: #droghe #eroina #tossicodipendenza

Due parole sull'autore

Giuseppe Montefrancesco

Dal 2004 è Direttore Scientifico del “Centro Studi sulle Dipendenze Patologiche” (Ce.S.Di.P.) presso il Dipartimento di Farmacologia “G. Segre”. Dal 2011 è Responsabile della Unità Operativa “Prevenzione Dipendenze Patologiche” della Azienda USL 7 di Siena.

I commenti sono chiusi.

 

LE CREAZIONI DI INSOSTANZA