uep_logo
Strada delle Scotte, 6 53100 Siena
tel 0577 233228
info@insostanza.it

Sei in:

Social drugs

Da quando nel 2004 Mark Zuckerberg ha lanciato facebook, il re dei social network ha pervaso le nostre vite come se fosse ciA? che avessimo sempre desiderato, tutto ciA? di cui avessimo bisogno.
A? cambiato il modo di comunicare, di relazionarsi e di percepirsi alla�� interno di un contesto sociale. Sono cambiate le regole della�� economia, della politica, della societA�, della�� arte e di ciA? che accade nella sfera privata e in quella pubblica di ciascuno di noi. Tanto che oggi A? praticamente impossibile immaginare un mondo senza facebook: tutto A? social.
La celebre a�?fa�? bianca su sfondo blu ormai viene affiancata anche ai marchi di aziende piA? o meno importanti, di merendine, di bevande, di farina, di gelato e dei piA? svariati prodotti di consumo. Come a nobilitarli, come a garanzia del fatto che quel prodotto, quel marchio A? social, accettato e accettabile, che ti piace.

Potevano le droghe sfuggire a questa rivoluzione? Ovviamente no.
Infatti oltre alle ormai celebri immagini di ragazzi che si fanno fotografare mentre sniffano cocaina organizzata a formare la scritta del noto social network, il marchio di facebook comincia ad essere posto direttamente sulle confezioni di droga e sulle pasticche. Proprio il mese scorso in Italia e in Ungheria sono state immesse sul mercato sostanze stupefacenti parecchio a�?sociala�?: la polizia di Cagliari ha fermato un uomo che trasportava 7 chili di cocaina organizzata in confezioni con su impresso il pollice alzato simbolo del facebookiano a�?Mi piacea�? mentre il Servizio di Salute Pubblica Ungherese ha emanato (e lo ha fatto tramite la propria pagina facebook!) un allarme in cui avverte i cittadini di evitare nel modo piA? assoluto la��assunzione di una droga sintetica prodotta in forma di pasticche marchiate con la a�?fa�?.

I 7 chili di cocaina che sono sbarcati in Sardegna insieme al corriere che li trasportava sembrano provenire dal nord Italia e avrebbero garantito un guadagno di circa un milione di euro ma pare che non fosse la prima volta che della cocaina cosA� confezionata raggiungeva la�� isola e che anzi i clienti avevano accolto con entusiasmo la presenza del pollice alzato sul loro acquisto.
La droga sintetica contrassegnata dalla a�?fa�? che sta dilagando in Ungheria e nella��Est Europa, invece, si A? resa responsabile del ricovero da�� urgenza in terapia intensiva di 15 persone che dopo averla assunta hanno presentato sintomi estremamente gravi quali sedazione, blocco della respirazione, allucinazioni e difficoltA� nella�� eseguire i movimenti volontari.
La composizione di questa nuova sostanza A? al momento sconosciuta anche se le prime analisi hanno mostrato la presenza di oppioidi e cannabinoidi di sintesi in dosi significativamente maggiori di quelle che sono state fino ad ora riscontrate in altre designer drugs.

Queste sono solo le ultime evidenze del processo iniziato nel 2004 che ha portato facebook ad essere parte integrante di tutti gli aspetti delle nostre esperienze e, in quanto tale, marchio di garanzia. Garanzia di successo, garanzia di benessere, garanzia di popolaritA�, garanzia di libertA�.
La��analogia con le sostanze da��abuso e con ciA? che da esse si aspetta chi ne fa uso, dovrebbe risultare evidente.
Mattia Bozzelli

Due parole sull'autore

Mattia Bozzelli

Studio medicina presso l’ Università di Siena; la psichiatria e la farmacologia delle sostanze rappresentano i miei principali interessi in ambito medico e non solo, il loro ruolo sociale e culturale sono infatti per me costante fonte di ricerca...

I commenti sono chiusi.

 

LE CREAZIONI DI INSOSTANZA