Le storie

Foto dott. Giuseppe Montefrancesco
Responsabile del sito
Dott. Giuseppe Montefrancesco
[ VAI a tutte le STORIE ]

Assunsi un po’ di md, pasticche e ketamina, da allora la mia vita è cambiata…

Salve,volevo chiedervi oramai sono passati più di 7 anni da quando andai a ballare l’ultima volta ed assunsi un po di md,pasticche e ketamina;
da allora la mia vita è cambiata,mi svegliai il giorno dopo stanco mentalmente e depresso,ma come alcune altre volte passavano 3 giorni e tutto ritornava alla normalità…tranquillo e lucido mentalmente..trascorrevano giorni ma la mia situazione non migliorava,andavo a scuola e mi appoggiavo sul banco perché non mi andava di parlare con nessuno,ero strano perché non era da me visto che sono sempre stato un ragazzo al quale gli è sempre piaciuto di giocare e scherzare con tutti..cercavo di dormire sempre per sperare che al mio risveglio qualcosa cambiasse..la notte avevo paura di dormire sentivo come delle scariche elettriche nel mio cervello come se qualche filo si stava andando in corto circuito..guardavo le persone e pensavo tra me e me ma perché sto diventando così cosa mi sta succedendo io non mi riconosco più..

Guardavo gli altri ridere e scherzare ed io mi assentavo tra me e me…ovunque andavo ero sempre strano perché vedevo il mondo come un videogioco, diciamo distaccato dalla realtà .questa situazione è durata fino a dopo il mio esame di maturità 7 mesi,dopo essermi diplomato ho iniziato a fumarmi di nuovo qualche spinello con amici non so se qualcosa era veramente cambiato in senso positivo,forse era l’abitudine che mi ero fatto vivendo così..3 anni fa dopo aver fumato con amici sono tornato a casa ho mangiato un po e sono andato a letto,dopo un paio di ore mi sono svegliato con la tachicardia ansia a mille ed un peso sullo stomaco..
Il mio cervello non ci stava capendo niente percepivo solo paura sia mentalmente che fisicamente,sono andato all’ospedale mi hanno fatto flebo ed il dolore allo stomaco e passato dopo tutta la nottata con le flebo..quando mi sono svegliato il giorno dopo il cuore mi batteva a mille e per non far mettere paura a mia madre che è anziana nascondevo questo mio disagio che continuo ad avere,e questa paura di non riuscire a respirare tranquillamente ma dovevo essere io a farlo impegnandomi con la mente per paura di non respirare più..questo fattore mi è passato dopo 3 4 mesi ma ancora tutto ora mi accade in alcune circostanze tipo quando sono al cinema come e successo stasera …mentalmente mi sono chiuso,cerco di ridere e scherzare anche quando il morale e allegro ma è come se non mi arrivasse l’ossigeno al cervello come se qualcosa si fosse staccato..ogni volta che mi sveglio sono sempre stanco mentalmente voglio sempre dormire perché è l’unico momento della giornata nel quale sto tranquillo…dentro di me mi innervosisco perché mi domando ho 26 anni come posso vivere così non posso ritornare più me stesso, non sono mai andato da dottori perché ho paura che possano farmi psicofarmaci e rimanerci del tutto sotto..questa situazione mi ha provocato disagi con tutti a partire dalla mia ragazza con la Quale mi ci sono lasciato dopo 5 anni, perché non le davo sicurezza,si sentiva trascurata perché io continuavo a stare per le mie,assente e sempre stanco anche di sentirla perché dopo ascoltarla un po mi perdevo nel discorso e ripensavo a me che non ero fresco lucido mentalmente e felice..ed anche stando con altre ragazze non ho stimoli perché sono sempre assente con tutte..questa situazione mi ha provocato danni lavorativi,perché stando così ho paura di allontanarmi dalla mia famiglia ed io vivo in piccolo paese che non offre nulla,ma ho paura visto che mi trovo a disagio non essendo più quella persona di quando avevo 18 anni piena di vita di felicità e voglia di andare fuori paese per lavorare,ho paura di non essere in grado di far niente,insomma mi ha distrutto completamente questa situazione,voglio sempre dormire con la speranza che al mio risveglio sia fresco lucido mentalmente,ma non cambia niente è come se avessi un casco dietro la testa che mi fa sentire la testa stanca..mi sveglio doccia colazione ma niente sempre strano e in un mondo mio chiuso…

Sono 3 anni che non tocco uno spinello come una qualsiasi altra droga e sto sempre così..ogni cosa che faccio penso sempre, del tipo mi faccio la doccia ma in testa a me penso sempre a qualcosa la doccia me la faccio perché mi viene automatico ma io sto sempre tra me ed i miei pensieri distaccato dalla realtà e quando come ora mi metto nel letto sto male perché penso ma che vivo a fare in queste condizioni se non sto bene io,e giustamente non riesco a star bene con gli altri,quando faccio qualcosa sto sempre distratto e come se stessi ritardato nel capirla o nel compiere un azione…esco con amici cerco di divertirmi ma comunque ho sempre questo problema che non mi passa…vorrei che tutto scomparisse per vivere bene la mia vita,vorrei andare da qualche neurologo ma ho paura della sua risposta che mi direbbe non si può trarre rimedio,per tutta la vita starai così ed io non riuscirò a viverla così la mia vita ..per una stronzata mi sono rovinato e mi sto rovinando gli anni più belli,la mia giovinezza.ho un nipote che vive a casa mia e non ci riesco neanche a giocare perché sto sempre stanco mentalmente come se non dormissi da giorni,non riesco a divertirmi mi da fastidio tutto..!!!Per favore aiutatemi se potete ne ho davvero bisogno,vorrei credere che ci sarebbe una speranza per me…grazie attendo una vostra.

Tutti i diritti riservati “Storie di vita, sentimenti e droghe” by insostanza.it