Le storie

Foto dott. Giuseppe Montefrancesco
Responsabile del sito
Dott. Giuseppe Montefrancesco
[ VAI a tutte le STORIE ]

Ho il forte sospetto che la badante faccia uso di droghe

Salve, una ragazza italiana, di 25 anni, lavora con mia madre  molto anziana.
Venerdì scorso le ho dato 150 euro come paga settimanale alle ore 14.30.
Ebbene alle 21.00 mi telefona dicendo che era con un amico e che le servivano con urgenza almeno 20 euro per visitare il padre ammalato residente in posto distante. Insospettito non le ho dato niente e mi sono ricordato che tutti i lunedi mi chiede sempre almeno 20 euro di acconto, che a volte non si sente bene per 2 giorni e non viene, che una volta parlava al telefono e diceva…” mi dà solo tachicardia”, che una volta è scomparso da casa un pulsossimetro che misura la frequenza cardiaca.

Al lavoro è sempre vigile, attenta, diligente anzi è la migliore trovata in 2 anni di faticosa ricerca Ho sospeso il rapporto e le ho detto che voglio riflettere sul caso. Vi chiedo circa la pericolosità per mia madre e per le cose. Di che sostanza potrebbe fare uso? Grazie.

—-

E’ difficile dire se faccia uso di droghe. La richiesta frequente di qualche euro in più, la scomparsa dello strumento, le assenze genericamente giustificate, forse anche la frase “mi dà solo tachicardia”, potrebbero far sospettare ma così è piuttosto vago o potrebbero essere solo situazioni di difficoltà imputabili ad altro. Come lei ha scritto è vigile, attenta, diligente, addirittura la migliore… potrebbe più semplicemente cominciare a parlarne con chiarezza. Si inizia sempre così se pure deve aspettarsi una assoluta negazione. L’importante è che la sua badante abbia idea che lei la guarda e che potrebbe anche aiutarla.