uep_logo
Strada delle Scotte, 6 53100 Siena
tel 0577 233228
info@insostanza.it

Sei in:

Ma cosa si prova con la super pillola?

A? ufficiale.A�Le nuove protagoniste dei fine settimana nord-europei 2015 sono le Superman Pills, pillole con su impressa la famosa
a�?Sa�? simbolo del kryptoniano piA? famoso sulla terra. Kryptonite? No, ma hanno su chi le ingerisce lo stesso effetto che il minerale avrebbe su Superman: uccidere.
A? per questo motivo che il Sistema Sanitario Olandese, il 16 gennaio di questa��anno, ha ufficialmente emanato una�� Allerta a�?Supermana�? Pills. Solo nel fine settimana precedente infatti le pillole in questione si erano rese responsabili di almeno 4 morti nel Regno Unito e di una preoccupante diffusione tra Olanda e Germania; vendute come MDMA (ecstasy), contengono in realtA� dosi letali di una�� altra sostanza, la PMMA (ParaMetossi-N-MetilAmfetamina).

Si tratta di una amfetamina con effetti psichedelici e stimolanti il sistema nervoso centrale, conA�una��ampia varietA� di effetti dannosi per salute. Il tutto A? dovuto ad un complesso e inusuale meccanismo da��azione: agisce, come le altre amfetamine, determinando un rilascio di serotonina, ma a questa azione aggiunge anche quella di inibire la��enzima preposto alla degradazione della serotonina stessa, con il risultato di uno smodato aumento di questa�� ultima nel sistema nervoso.
Si viene cosA� a creare il potenziale per la��instaurarsi di una sindrome serotoninergica che se non trattata rapidamente porta a morte il paziente.
Come se non bastasse la��effetto auto potenziante insito nella sostanza, ci sono almeno altri due fattori che rendono la PMMA una delle piA? pericolose droghe in circolazione: in primo luogo molte delle compresse analizzate non contengono solo PMMA ma anche MDMA, che aumenta ulteriormente il rilascio di serotonina; in secondo luogo gli effetti psichedelici vengono avvertiti solo diverse ore dopo la��assunzione spingendo la��utilizzatore a ritenere la dose insufficiente e quindi a ripeterne la��assunzione.

Ma cosa si prova dopo aver assunto la PMMA?
I sintomi che dominano i primi 30 minuti della�� effetto sono quelli di euforia, sensazione di empatia con la�� ambiente circostante, aumento delle percezioni sensoriali e maggior apprezzamento dei suoni (per questo si presta bene ad essere assunta in discoteca); dopo questa fase perA? compare comunemente uno spiacevole senso di intossicazione con visione offuscata, battito cardiaco accelerato, aumento della temperatura corporea, allucinazioni e nausea.
A questo punto, se la dose non A? troppo elevata, nel giro di qualche ora si ha un lento miglioramento della condizione.
Il sovradosaggio porta invece ad una forma grave della giA� citata sindrome serotoninergica che si caratterizza, tra i numerosi sintomi, per: brividi, tremori, ansia, febbre molto elevata (ipertermia maligna), tachicardia e sudorazione profusa, fino ad arrivare a condizioni di rabdomiolisi (rottura delle cellule muscolari), insufficienza renale, shock e morte. Ovviamente si tratta di una condizione di estrema urgenza medica che, per altro, non avendo un trattamento specifico, riduce le possibilitA� terapeutiche al controllo di questi sintomi in attesa che sia il sistema nervoso stesso a ridurre i livelli di serotonina (fattore che aumenta ulteriormente la mortalitA� legata a questa condizione).

La Superman Pill A? dunque la�� ulteriore preoccupante manifestazione del processo di marketing che caratterizza la�� odierna vendita di droghe; si fa accattivante, intercetta una�� esigenza di mercato tanto popolare da poter avere impresso il simbolo di una delle icone pop piA? famose al mondo, mercifica ed evoca quel potere che noi giovani sentiamo sempre piA? lontano.
Ma per ogni Superman ca��A? la sua Kryptonite.

Mattia Bozzelli

 

tags: #ecstasy #PMMA #sindrome serotoninergica

Due parole sull'autore

Mattia Bozzelli

Studio medicina presso l’ Università di Siena; la psichiatria e la farmacologia delle sostanze rappresentano i miei principali interessi in ambito medico e non solo, il loro ruolo sociale e culturale sono infatti per me costante fonte di ricerca...

I commenti sono chiusi.

 

LE CREAZIONI DI INSOSTANZA