Nicotina in breve

Foto dott. Giuseppe Montefrancesco
Responsabile del sito
Dott. Giuseppe Montefrancesco

Nicotina in breve

La nicotina è il composto principale della pianta del tabacco ed è una droga legale, come l’alcol.
Il fumo del tabacco contiene più di 5000 composti chimici; tra questi:
—  la nicotina ha effetto stimolante ed è responsabile della dipendenza,
—  il catrame, composto da centinaia di sostanze, ha effetto cancerogeno,
—  il monossido di carbonio, è un gas velenoso che si lega all’emoglobina e riduce la disponibilità di ossigeno.

La sigaretta è un sistema molto efficiente per avere nicotina che giunge rapidissimamente a livello cerebrale come se fosse somministrata per endovena. L’aumento della concentrazione di nicotina avviene entro i primi 10 min. e si riduce del 50% nei successivi 10 min.; poi scende lentamente entro 1-2 ore.
Un forte fumatore in media fuma una sigaretta ogni 20-30 minuti per “riavere” la nicotina della precedente sigaretta.
L’azione della nicotina interessa quasi tutto l’organismo, dal sistema nervoso centrale (con ampia diffusione), ai muscoli, al sistema nervoso periferico.

Gli effetti ricercati dal fumatore, che si dissolvono entro pochi minuti ed impongono di rifumare per evitare l’astinenza, sono costituiti da un moderato senso di piacere, da un minore stato d’ansia e da un rilassamento vigile.

Come con tutte le droghe,l’uso continuo di nicotina, (cocaina, eroina, alcol) induce tolleranza, dipendenza fisica e dipendenza psicologica.
Come tutte le droghe, la nicotina agisce, stimolando i circuiti cerebrali che regolano le sensazione di benessere.
Le principali conseguenze a carico della salute sono:
sviluppo di dipendenza, malattie cardiovascolari, malattie polmonari croniche,
il cancro.
Le donne fumano meno sigarette al giorno, tendono ad usare sigarette più “leggere”e non aspirano profondamente come un uomo ma la riduzione del numero dei fumatori è stata maggiore tra questi che tra le donne per cui la prevalenza nel fumo è solo leggermente più alta negli uomini.

Attualmente tre classi di farmaci sono stati approvati per la cessazione del fumo:
—  prodotti sostitutivi a base di nicotina (gomme, cerotti, spray inalatori, caramelle),
—  bupropione
—  vareniclina.