Le storie

Foto dott. Giuseppe Montefrancesco
Responsabile del sito
Dott. Giuseppe Montefrancesco
[ VAI a tutte le STORIE ]

SEX-PORN

“….alcune volte rimanevo sveglio davanti al pc fino alle 4:00 del mattino, per poi risvegliarmi nel pieno pomeriggio. Alcuni mesi mi abbuffavo così tanto di porno da superare le ore di navigazione sul web previste dal contratto…e le bollette raggiungevano costi esorbitanti.

Tenevo contemporaneamente aperte 5-10 finestre in streaming per rimbalzare ora su un video, ora su un altro per mantenere alta la mia eccitazione. Tutto questo è durato per molti anni….Quando passeggiavo per strada e vedevo una bella ragazza non sentivo alcunché minimo accenno di eccitazione. Ero felice di questo…era come se potevo finalmente riprendermi quel potere che, fino ad oggi, credevo le donne avessero sempre avuto su di me…Solo più tardi ho capito quanto tutto ciò potesse essere distruttivo.

Quando facevo sesso con la mia ragazza ero molto nervoso e non funzionava niente. La nostra vita sessuale è stata una delle principali ragioni per cui dopo due anni abbiamo rotto il nostro rapporto,… solo il porno mi eccitava e lo guardavo di continuo. Il sesso nelle vita reale era completamente scollegato dal piacere, dal godimento.…ho avuto problemi a raggiungere l’orgasmo e nel mantenere l’erezione. Dovevo chiedere alle donne che incontravo di venire stimolato a sufficienza per avere un’erezione… La mia vita iniziava a scivolare via in un vuoto chiamato depressione…così di nuovo, per risalire su, riutilizzavo il porno, per fuggire, per raggiungere quel breve e sfuggente momento di piacere. Poi di nuovo il buio …”.

Mattia, 35 anni.