Che cosa è l’alcol e l’alcolismo ?

Foto dott. Giuseppe Montefrancesco
Responsabile del sito
Dott. Giuseppe Montefrancesco

Alcol

L’alcol o alcol etilico o etanolo è una piccola molecola, idrosolubile, costituita da 2 atomi di carbonio; formula, CH3-CH2OH,
L’etanolo si forma per trasformazione (fermentazione) di alcuni zuccheri ed amidi presenti nell’uva o in altri frutti o nei cereali, ad opera di microrganismi, lieviti.
Esso si può ottenere anche per distillazione del mosto fermentato, procedura che separa l’acqua dall’alcol producendo un liquido ad elevata concentrazione di questo; ne sono esempio tutti i cosiddetti superalcolici, dalla grappa al gin, al whisky ed altre bevande con una gradazione alcolica sino a più di 50°.
Nell’industria chimica, l’etanolo viene abbondantemente utilizzato come altri alcoli e sono tutti in grado di produrre effetti tossici; frequenti sono le intossicazioni da metanolo e da glicole etilenico.
L’alcol assoluto contiene il 100% di etanolo ma esposto all’aria assume rapidamente acqua e si diluisce al 95%.
L’alcol denaturato contiene il 70% di etanolo ed ha un forte potere battericida; viene usato in molti prodotti industriali e casalinghi assieme ad una piccola quantità di elementi che scoraggiano la sua volontaria assunzione, piridina, acetone, benzene etc..

Che cosa è l’alcolismo
L’alcolismo, o dipendenza da alcol, è una malattia caratterizzata dai seguenti sintomi:
• Desiderio irresistibile; necessità o urgenza assoluta di assumere alcol
• Perdita di controllo; incapacità a smettere una volta che si è iniziato a bere
• Dipendenza fisica; presenza dei sintomi astinenziali (nausea, sudorazione,ansia, tremori) quando si smette di bere
• Tolleranza; la necessità di bere quantità sempre maggiori per stare bene.
Tali sintomi sono propri di tutte le droghe quando determinano uno stato di tossicodipendenza

Devi essere un alcolista per avere problemi con l’alcol?
No. L’alcolismo è solo uno dei problemi dell’alcol.
L’abuso di alcol può essere dannoso di per se. Una persona può fare abuso di alcol senza essere un alcolista, cioè può bere troppo e troppo spesso ma non essere ancora alcol-dipendente.
Alcuni dei problemi legati all’abuso di alcol comprendono il non essere capaci di assumersi responsabilità lavorative, scolastiche o familiari; l’essere arrestati per guida in stato di ebbrezza e per incidenti stradali o avere conseguenze mediche legate al bere. In alcune circostanze anche l’uso conviviale e moderato del bere può essere pericoloso per esempio quando in tali condizioni si guida o durante la gravidanza o se si beve dopo aver fatto uso di alcuni farmaci.

L’alcol agisce in modo diverso sugli anziani?
Gli effetti dell’alcol variano in relazione all’età.
Diminuita capacità di reazione, problemi di udito e di vista ed una minore tolleranza agli effetti dell’alcol mettono le persone più anziane ad un più elevato rischio di cadute, incidenti stradali e altri tipi di conseguenze.
Gli anziani tendono ad assumere più farmaci rispetto ai giovani e assumere alcol con i farmaci può essere molto pericoloso o addirittura fatale. L’alcol può rendere molte delle condizioni patologiche comuni nell’età avanzata, compresa l’ipertensione e le ulcere, molto più gravi.
I cambiamenti fisici associati all’invecchiamento possono far si che l’anziano si senta “su di giri” anche dopo piccole quantità di alcol. Perciò, anche se non ci sono motivi medici (malattie) per evitare l’alcol, gli anziani e le donne dovrebbero limitarsi a bere non più di un drink al giorno.

L’alcol agisce differentemente sulle donne?
Si, l’alcol agisce sulle donne in modo diverso che nell’uomo.
Le donne hanno più problemi dell’uomo dopo aver bevuto la stessa quantità di alcol anche quando siano state prese in considerazione le differenze nel peso corporeo. Il motivo è che il corpo femminile ha meno acqua rispetto al corpo maschile e poiché l’alcol si mescola con i liquidi corporei una data quantità di alcol diventa più fortemente concentrata nel corpo femminile che non in quello maschile; in altri termini sarebbe come mettere la stessa quantità di alcol in un contenitore di acqua molto più piccolo. Questo è il motivo per cui il limite suggerito per le donne è più basso di quello dell’uomo.
In più l’abuso cronico di alcol ha una rilevanza fisica più pesante sulla donna rispetto all’uomo. La dipendenza alcolica e i problemi medici ad essa relativi quali il danno cerebrale, cardiaco ed epatico, progrediscono più velocemente nella donna che non nell’uomo.

L’alcolismo può essere guarito o curato ?
No, attualmente l’alcolismo non può essere guarito. Anche se un alcolista non beve più per molto tempo egli può ancora avere ricadute.
Non bere è il modo più sicuro per la maggior parte degli individui con problemi di alcolismo.
Si, l’alcolismo può essere trattato. I programmi di trattamento utilizzano sia farmaci sia interventi psicologici per aiutare una persona a smettere di bere e a ricostruire la sua esistenza.

LA DIPENDENZA

LE STORIE

LE DOMANDE

I VIDEO