News

Foto dott. Giuseppe Montefrancesco
Responsabile del sito
Dott. Giuseppe Montefrancesco
[ VAI a tutte le NEWS ]

Potente farmaco antidolorifico.

I farmaci oppioidi esistenti, come antidolorifici, hanno una serie di effetti collaterali che li rendono talvolta problematici.
La morfina e oppioidi correlati producono euforia che li rende altamente suscettibili ad un uso improprio, possono deprimere la respirazione, indurre costipazione intestinale o anche causare overdose fatali.

Così per i ricercatori è una priorità assoluta sviluppare nuovi composti che possano controllare, mitigare il dolore più selettivamente senza tutti questi effetti collaterali.
Utilizzando una nuova tecnologia di screening, un gruppo di ricercatori dell’Università del North Carolina e della Università di San Francisco in California, ha sintetizzato un composto (un farmaco) non correlato agli oppiacei conosciuti in grado di alleviare il dolore nei topi per quasi tre ore – molto più a lungo rispetto al sollievo prodotto dalla morfina – con minimi effetti collaterali, tra cui la mancanza di effetti gratificanti, di piacere.

Il composto, PZM21, allevia in modo selettivo il dolore mediato nel sistema nervoso centrale attivando il recettore mu degli oppioidi (pur non essendo esso un oppioide) attraverso la via dei recettori accoppiati a proteine G, mentre al tempo stesso riduce minimamente la respirazione, la percezione di ricompensa o la stipsi, mediati attraverso la via della beta-arrestina o per azione verso altri recettori.
Il PZM21 non ha alcun effetto sul dolore mediato dal midollo spinale.

Questa innovazione mette in evidenza la potenza del computer sulla sintesi e il disegno di un nuovo farmaco (new designer drug).
I ricercatori sono stati in grado selezionare tre milioni di composti, ciascuno in circa 1,3 milioni di configurazioni diverse, per arrivare ad farmaco con le caratteristiche desiderate. L’attività chimica unica dello PZM21 lo rende uno strumento prezioso per lo studio della biologia dei recettori oppioidi ed è un passo importante verso lo sviluppo di farmaci per il dolore più sicuri.

montefrancesco

da NIDA. Manglik A., et al.Structure-based discovery of opioid analgesics with reduced side effects. Nature. doi:10.1038/nature19112