News

Foto dott. Giuseppe Montefrancesco
Responsabile del sito
Dott. Giuseppe Montefrancesco
[ VAI a tutte le NEWS ]

Gabapentin: può essere un farmaco d’abuso?

Il gabapentin (Neurontin) è un farmaco con attività anticonvulsionante, la sua struttura è correlata all’acido gamma-aminobutirrico (GABA), un neurotrasmettitore con funzione inibitoria a livello cerebrale.

Il gabapentin possiede efficacia oltre che nel trattamento delle crisi epilettiche parziali anche nel dolore neuropatico. La prescrizione off-label prevede il suo utilizzo nella sindrome di Ekbam o delle gambe senza riposo, nell’ansia, nei disturbi dell’umore e nell’astinenza da alcol. Il gabapentin se pure non mostra affinità con le sostanze d’abuso, condivide con queste alcune caratteristiche: effetti psicoattivi e sindrome d’astinenza. E’ questa la ragione per cui il farmaco mostra suscettibilità all’abuso.

Nella popolazione carceraria americana, (Florida ) è stato riscontrato che solo 19 su 96 prescrizioni erano adeguate alla patologia; i detenuti intervistati, con storie di abuso di cocaina e diagnosi psichiatriche, hanno ammesso l’uso di gabapentin attraverso l’inalazione della polvere per via nasale dichiarando che lo stato ottenuto era molto simile a quello prodotto dall’utilizzo della cocaina! Anche tra i pazienti di cliniche disintossicanti è stato rilevato che l’abuso del farmaco era finalizzato al potenziamento dell’effetto del metadone o per ottenere uno stato alterato della coscienza.

Un caso significativo riportato è quello di una donna di 67 anni con disturbi dell’umore e un passato da alcolista a cui era stato prescritto il gabapentin per una polineurite La dose giornaliera assunta è passata da 4800 mg a 7200 mg die secondo prescrizione; dopo tali dosi la paziente per ottenere ulteriori aumenti o le quantità desiderate di farmaco ha esacerbato i sintomi dolorosi. Una volta che comunque l’uso improprio è cessato bruscamente la donna ha sviluppato i sintomi acuti da astinenza: tremore, sudorazione, eccitazione, pallore, esoftalmia. Dopo un ricovero ospedaliero e l’uso di differenti antidolorifici, la donna, a distanza di alcuni mesi ha ripreso ad usare impropriamente a fini ricreativi – il gapapentin.

In sostanza, sulla base dei casi trattati e delle segnalazioni postmarketing, si può ipotizzare un potenziale d’abuso per il gabapentin; dosi superiori a quelle raccomandate, alleviano i sintomi astinenziali da altre sostanze, e producono  euforia, una migliore socialità, relax e senso di calma cosi come descritto dai consumatori.

Gabriella Franchini – infermiera