uep_logo
Strada delle Scotte, 6 53100 Siena
tel 0577 233228
info@insostanza.it

Sei in:

Le sigarette elettroniche usate a�?scorrettamentea�?

Le tradizionali sigarette elettroniche vaporizzano liquidi che contengono nicotina; attualmente alcuni di questi dispositivi consentono di cambiare la tensione elettrica, la concentrazione di nicotina e soprattutto di cambiare gli elementi presenti nei liquidi, non ultime sostanze come la marijuana.

Le sigarette elettroniche vengono utilizzate anche per fare quello che gli americani chiamano “dripping”, ovvero la vaporizzazione dei liquidi ad alta temperatura attraverso il gocciolamento (dripping) di un paio di gocce del liquido direttamente sulla bobina della��atomizzatore e poi inalare immediatamente il vapore che viene prodotto.
Le alte temperature possono esporre gli utilizzatori agli effetti di sostanze tossiche come la formaldeide, la��acetaldeide e la��acetone, in tal modo significativamente aumentate.
Gocciolare liquidi contenenti nicotina direttamente sugli atomizzatori riscaldati significa esporsi a livelli di nicotina molto piA? elevati di quelli ottenibili normalmente e quindi creare i presupposto per la dipendenza da nicotina.
da Nida
a�?E-Cigarettes and a�?Drippinga�? Among High-School Youtha�?a�� A? pubblicato su Pediatrics; http://pediatrics.aappublications.org/content/early/2017/02/02/peds.2016-3224
E-Cigarettes and a�?Drippinga�? Among High-School Youth; Suchitra Krishnan-Sarin, Meghan Morean, Grace Kong, Krysten W. Bold, Deepa R. Camenga, Dana A. Cavallo, Patricia Simon, Ran Wu.

montefrancesco

 

tags: #dripping #e-cigarettes #nicotina #sigarette elettroniche

Due parole sull'autore

Giuseppe Montefrancesco

Dal 2004 è Direttore Scientifico del “Centro Studi sulle Dipendenze Patologiche” (Ce.S.Di.P.) presso il Dipartimento di Farmacologia “G. Segre”. Dal 2011 è Responsabile della Unità Operativa “Prevenzione Dipendenze Patologiche” della Azienda USL 7 di Siena.

I commenti sono chiusi.

 

LE CREAZIONI DI INSOSTANZA