News

Foto dott. Giuseppe Montefrancesco
Responsabile del sito
Dott. Giuseppe Montefrancesco
[ VAI a tutte le NEWS ]

Trovata molecola contro dipendenza da cocaina

Il nuovo composto è un peptide che bersaglia i ricettori Kor.

Sviluppato un nuovo composto, ad azione più rapida, per prevenire le ricadute dei tossicodipendenti da cocaina. Il composto, realizzato dai chimici della University of Kansas (Stati Uniti) potrebbe migliorare i trattamenti attuali contro l’abuso di questa droga. Tale composto, chiamato Zyklophin, è un peptide che bersaglia i recettori Kor* nel cervello bloccandoli. Aldrich ha detto: “Dai nostri test sui topi è risultato essere efficace nel ridurre il comportamento di stress e le ricadute causate dall’abuso di cocaina. Inoltre, i suoi effetti durano sole 12 ore senza stressare il paziente. Si tratta un farmaco potenzialmente utile per le persone vittime di ricadute e stress da disintossicazione”.

*Il recettore K-oppioide (KOR) è parte del sistema recettoriale degli oppioidi, distinti in A-A-I e k, conosciuto per le sue capacità di causare strani effetti psicoattivi, definitivi allucinogeni. Questo ad es. consente alla Salvia divinorum di indurre le allucinazioni ricercate

Il recettore è una proteina che può essere localizzata nella membrana cellulare o all’interno della cellula e che si lega con una sostanza specifica, definita ligando, causando nel recettore una variazione conformazionale in seguito alla quale ha l’insorgenza di una risposta cellulare o un effetto biologico. In modo semplice possiamo paragonare il recettore ad una serratura e il ligando ad una chiave; la chiave apre la serratura e la porta si apre, ovvero avviene l’effetto biologico.

Notizia a cura del Ce.S.Di.P. (Centro Studi Dipendenze Patologiche)