News

Foto dott. Giuseppe Montefrancesco
Responsabile del sito
Dott. Giuseppe Montefrancesco

Cannabis e hascisc in Europa.

In Europa vi sono circa 25 milioni di utilizzatori di cannabis all’anno.
Nel 2017 il mercato al dettaglio della cannabis è stato stimato in più di 10 miliardi di euro.
La maggior parte della produzione di cannabis avviene all’interno della stessa Europa.
Circa un giovane adulto su sette nell’UE riferisce di aver usato cannabis nell’ultimo anno, con tassi di prevalenza in generale stabile e primi segni di possibili aumenti in alcuni paesi.

La cannabis a base di erbe, rispetto alla resina (hascisc), è la forma più comunemente usata nell’UE.
Entrambe sono attualmente di maggiore potenza e continuano a dominare il mercato anche se stanno comparendo altri prodotti:
— olii di cannabis ad alta potenza,
— una grande quantità di composti medici
— numerosi prodotti con bassi livelli di tetraidrocannabinolo (THC), venduti in negozi specializzati a fini ludici, ricreativi.

Resina e cannabis a base di erbe
—  La cannabis a base di erbe ( marijuana) è una delle principali fonti di reddito per l’economia criminale. Essa è ampiamente prodotta all’interno dell’UE e ogni anno vengono smantellati almeno 20.000 siti di coltivazione. Nonostante gli sforzi per contrastare la produzione, i Balcani occidentali e l’Albania in particolare, sembrano rimanere un’importante fonte per la cannabis a base di erbe sequestrata.

—  Nel caso della resina di cannabis (hascisc), vi è l’introduzione di nuove varietà di cannabis e metodi di produzione in Marocco. Questi cambiamenti potrebbero aver esacerbato gli impatti ambientali della produzione come l’erosione del suolo, la deforestazione e la sicurezza (la purezza) dell’acqua.

Nel mercato della cannabis in Europa la concorrenza porta a livelli più alti di violenza tra gruppi criminali organizzati.
Tra questi, gruppi di origine marocchina svolgono ancora un ruolo importante nel traffico di resina di cannabis; gruppi di origine olandese, ma anche vietnamita, sono importanti per la produzione su larga scala di cannabis a base di erbe.

La Spagna rimane il principale punto di ingresso per la resina di cannabis nell’UE, sebbene la Libia sia emersa come un importante snodo di transito accanto alla diffusione di attività di traffico in tutta la regione del Mediterraneo

ECMDDA (European Monitoring Centre for Drugs and Drug Addiction), EU Drug Markets Report, 2019.