Domande

Foto dott. Giuseppe Montefrancesco
Responsabile del sito
Dott. Giuseppe Montefrancesco
[ VAI a tutte le DOMANDE ]

Fumare la marijuana è più dannoso che fumare sigarette?

Sfortunatamente, non è facile rispondere a questa domanda. E‟ vero che il catrame delle foglie di marijuana contiene una concentrazione di sostanze chimiche cancerogene per i polmoni di circa il 50% in più del catrame delle foglie di tabacco e che fumare la marijuana vuol dire aumentare di 4 volte il catrame nei polmoni rispetto ad una equivalente quantità di tabacco. Questo è dovuto alla modalità d aspirazione della marijuana ovvero il fumo viene normalmente trattenuto più a lungo per aumentare il processo di assorbimento del THC; purtroppo questo significa trattenere più a lungo le fini particelle che così si depositano nei polmoni. Come risultato il polmone di un fumatore di marijuana mostra gli stessi cambiamenti precancerosi osservati nei fumatori di tabacco ed inoltre mostra gli stessi problemi respiratori, ad s. tosse cronica o bronchiti croniche; ciò nonostante non è perfettamente conosciuto se fumare marijuana aumenti il rischio di sviluppare tardivamente cancro ai polmoni. Tale paradossale osservazione conduce alla impossibilità di classificare le sostanze in base alla loro capacità di indurre problemi di salute; vari parametri possono influenzare i problemi di salute, alcuni attengono alla specificità della sostanza, altri a fattori specifici biologici, età ed anche a fattori ambientali e tutti complessivamente contribuiscono al risultato finale. Naturalmente sia la nicotina presente nel tabacco che la cannabis danneggiano i polmoni; sia il fumo di sigarette che quello della marijuana contengono letteralmente migliaia di sostanze chimiche tossiche. Fonte. N.I.D.A. (National Institute of Drug Abuse)