News

Foto dott. Giuseppe Montefrancesco
Responsabile del sito
Dott. Giuseppe Montefrancesco
[ VAI a tutte le NEWS ]

Metossietamina, breve review

Introduzione

La metossietamina è una sostanza d’abuso strettamente legata per molti aspetti a ketamina e PCP (Polvere degli Angeli, in gergo). Essa è disponibile sul mercato dell’Unione Europea almeno dal settembre 2010 ed è stato rintracciata in 22 Stati membri, oltre che in Turchia e Norvegia. Della sostanza in polvere i sequestri sino stati nell’ordine di molti kilogrammi. Segnalati inoltre più di cento intossicazioni non fatali e 20 decessi connessi con la sostanza.

La  metossietamina è commercializzata come una sostanza legale alternativa alla ketamina e al tempo stesso viene venduta direttamente come ketamina. In Italia la metossietamina, tra marzo 2011 e luglio 2013, è stata causa di 14 casi dettagliati di intossicazioni non mortali (12 di questi confermati da esami analitici di laboratorio).

prezzo Nei numerosi negozi online che offrono metossietamina ( 68 nel gennaio 2012) il prezzo è per 10 g compresotra le 150 e le 200 euro (più o meno 20 euro a grammo); nel frattempo i prezzi potrebbero anche essere cambiati. Una serie di negozi online offrono metossietamina sia al dettaglio che all’ingrosso (Google, 2013c).

setting Ordinariamente la metossietamina si usa soprattutto durante i raves, in club per omosessuali, in discoteche od anche in situazioni casalinghe.

qualche caso clinico Il paziente ha riferito di aver ordinato ketamina via Internet e poi invece della sostanza prevista, gli è giunto un pacchetto di polvere etichettato come metossietamina. Il paziente dopo aver sciolto la polvere in acqua ed essersi iniettato la soluzione ha vissuto un violento attacco di panico, ansia, allucinazioni e sentimenti chiaramente diversi da quelli previsti … con l’uso di ketamina. E’ stato così costretto a chiamare un servizio di emergenza per essere condotto in ospedale . In un altro caso una paziente ha riferito di aver avuto la sostanza da un amico e che la polvere poi è stata sniffata. In tutte le analisi effettuate nei pazienti è stata rivelato la presenza di metossietamina con altre droghe, tipo: alcol, cannabis, amfetamine, ecstasy, cocaina, ketamina, levamisolo, oppiacei, MDA, metorfano, buprenorfina, metadone. Ciò semplicemente chiarisce il profilo del consumatore, più spesso sperimentatore di più sostanze.
In realtà la poliassunzione è attualmente una condizione quasi normale.

capacità di indurre dipendenza Alcune esperienze auto riferite sui siti web dai consumatori utenti suggeriscono una certa modalità di consumo compulsivo in considerazione della ri-somministrazione della sostanza nonchè un consumo involontaria superiore a quanto inizialmente pianificato.

effetti collaterali e segni fisiologici Includevano: agitazione (7 casi ) , confusione ( 5 ) , allucinazioni ( 4 ) , amnesia ( 3 ), dissociazione ( 1 ) , ansia ( 1 ), disorientamento ( 1 ) , atteggiamento violento ( 1 ). Inoltre , sono stati riportati come sintomi fisiologici: midriasi ( 4 casi ), lieve ipertensione ( 4 ) , tachicardia ( 4 ), stupor ( 2; uno dei quali è giunto in uno stato catatonico, saturazione di ossigeno pari 90 % ( 1) coma ( 1 ), dolore toracico ( 1 ) , elevata creatinfosfochinasi ( CPK ) ( 1) e tremori ( 1 ). In molti dei casi non è stata menzionata una temperatura elevata (ipertermia)

farmacologia e modalità di azione I dati suggeriscono che la metossietamina ha una affinitàper il N-metil-D-aspartato (NMDA), un recettore del glutammato, paragonabile o maggiore a quella della ketamina. Presenta inoltre affinità per il SERT, il trasportatore della serotonina; è questa una proprietà che la metossietamina condivide con la fenciclidina (PCP) ma non con la ketamina. Non sono stati identificati studi che hanno esaminato la farmacologia e modalità di azione di metossietamina nell’uomo.

tossicologia Non sono stati identificati studi che abbiano esaminato la tossicità della metossietamina in vitro. Non sono stati identificati studi che abbiano esaminato la tossicità acuta della metossietamina in animali. L’uso cronico di ketamina è associato a grave tossicità del sistema renale e della vescica Non sono stati identificati studi che abbiano esaminato la tossicità di metossietamina nell’uomo. Le caratteristiche cliniche di tossicitàacuta associate all’uso di metossietamina nei casi in cui era certa la presenza della sostanza includono la dissociazione e l’attivazione del sistema nervoso simpatico. Inoltre, in alcuni pazienti si è anche sviluppata una tossicità cerebellare acuta.

effetti soggettivi Nessun studio clinico A? stato condotto per la registrazione degli effetti della metossietamina in soggetti umani per cui quanto apprendiamo sono le esperienze auto-riferite dagli utenti in internet.Questi includono effetti allucinogeni, effetti dissociativi ( compresa la depersonalizzazione ) e gli effetti stimolanti. In alcuni casi gli effetti dissociativi della metossietamina sono descritti come simili a quelli della ketamina, anche se paiono durare per tempo piA? lungo ( fino a 24 ore )

Fonte

EMCDDA-Europol Joint Report on a new psychoactive substance: methoxetamine (2-(3-methoxyphenyl)-2-(ethylamino)cyclohexanone).