uep_logo
Strada delle Scotte, 6 53100 Siena
tel 0577 233228
info@insostanza.it

Sei in:

Rischio precoce e fattori protettivi per il gioco patologico

Un recente studio ha esaminato la vasta letteratura sul gioco d’azzardo patologico dal 1990 al 2016,A� identificando i fattori di rischio e i fattori di protezione. La maggior parte degli studi analizzati derivano da ricerche incrociate sugli adolescenti i quali si muovono costantemente e naturalmente tra queste condizioni che possono favorire l’insorgenza del disturbo. I ricercatori fanno riferimento ad un modello socio-ecologico che identifica 4 contesti dentro cui emergono i fattori di rischio e i fattori di protezione:

  • livello individuale: i problemi di salute mentale e i tratti di personalitA�
  • livello relazionale: la cerchia sociale piA? stretta
  • livello comunitario: le scuole, i luoghi lavorativi, i quartieri
  • livello sociale: i fattori sociali di massima come le norme sociali e culturali, politiche sociali che contribuiscono alle disuguaglianze

Dalla meta-analisi degli studi longitudinali sono emerse correlazioni significative per:

13 fattori individuali: l’uso frequente di alcol, i comportamenti antisociali, la depressione, il sesso maschile, l’uso di cannabis, il consumo di droghe illecite, l’ impulsivitA�, la frequenza di gioco, gravitA� del problema del gioco d’azzardo, la ricerca di sensazioni forti, l’uso di tabacco, la violenza, il temperamento impulsivo
1 fattore di rischio relazione: i comportamenti antisociali
1 fattore di rischio di comunitA�: scarso rendimento scolastico

Per quanto riguarda i fattori di protezione essi sono riconducibili prevalentemente a due 2 aspetti specifici:
1 fattore di protezione relazionale: il rapporto con i genitori
1 fattore di protezione sociale: lo stato socio-economico.

Indipendentemente dall’effettivo livello di rischio, vi A? consenso generale sul fatto che il problema del gioco tra gli adolescenti rimane un rilevante problema di politica sanitaria, pubblica e sociale, e si associa sempre A�ad una serie di conseguenze negative negli aspetti interpersonali, familiari, economici, psicologici e legali.
Inoltre,A� i problemi di gioco negli adulti possono emergere dai modelli sviluppati durante l’infanzia e l’adolescenza. Per queste ragioni, A? necessario un approccio psicosociale ecologico per identificare i potenziali fattori che possono aumentare o migliorare il rischio di sviluppare il gioco d’azzardo patologico.

Purtroppo, come si evince dalle conclusioni dello studio,A�le indagini dei fattori protettivi per indirizzare adeguatamente le iniziative di prevenzioneA�sono ancora insufficienti e abbiamo quindi necessitA� impellente di ricerche in questo ambito in particolare all’interno della relazione, della comunitA� e i livelli sociali. Senza tralasciare ovviamente i profili di personalitA� del giocatore.

Aimone Pignattelli

Fonte

Dowling N.A, et al Early risk and protective factors for problem gambling: A systematic review and meta-analysis of longitudinal studies Clinical Psychology Review 51, February 2017, pages 109a��124

 

tags: #fattori di protezione gioco d'azzardo #fattori di rischio e gambling #gioco d'azzardo patologico #macchinette slot e giovani #slot machine e adolescenti

Due parole sull'autore

Aimone Pignattelli

Psicologo, esperto nella relazione di aiuto per le marginalità sociali, giornalista pubblicista.

I commenti sono chiusi.

 

European Drug Report 2018: Trends and Developments.

High availability of drugs across all types. Over 1 million seizures in Europe in 2016. Over 92 million adults in the EU have tried an illicit drug in their lifetime. 1.3 million people received treatment for illicit drugs. Cocaine purity at street level reached its highest level in a decade. Increase in number of cocaine seizures. Increase in cocaine residues in wastewater in 26 of 31 cities between 2015 and 2017. Rise in number of first-time admissions to specialised treatment for problems related to cocaine. Europe is an important market for drugs trafficked in from other regions. But there are worrying signs of increased drug production inside Europe. Cannabis availability and use remain high. Cannabis is involved in 77 % of drug law offences. Rapid emergence of a commercial cannabis market in parts of the Americas. Fewer new psychoactive substances reported for the first time. But there is more evidence of harm. Health harms linked to highly potent new synthetic cannabinoids and synthetic opioids prompted nine risk assessments. Synthetic cannabinoids are the most frequently seized NPS in Europe. Synthetic opioids and particularly fentanyl derivatives are increasingly detected. Fentanyl derivatives — key players in the US opioid crisis — call for concern & vigilance. NPS use and related harms are a new challenge for prison system. Prisons are a critical setting for addressing the healthcare needs of drug users. Online markets appear to be of growing importance. A recent EMCDDA–Europol study identified more than 100 darknet markets. Concerns over unlicensed benzodiazepines sold on the street and online. Increasing number of overdose deaths raises concerns. Renewed focus on the role of take-home naloxone in overdose response strategies. Read more in the European Drug Report 2018: emcdda.europa.eu/edr2018

LE CREAZIONI DI INSOSTANZA